Quotidiano Multimediale Interattivo di Satira politica e di costume. Registrazione Tribunale di Rimini N.4 del 20 maggio 2014. Direttore responsabile: Romano Garofalo - venerdì 24 maggio 2019
Sommario
Animation Cartoon Collage

News

DONNE DU DU DU di Pietro Vanessi & Lucilla Masini

Sabato 26 novembre • ore 19, Pietro Vanessi & Lucilla Masini presentano: "Donne...

22 nov 2016 Leggi tutto >

Satirichinson

  E' uscito il libro SATIRICHINSON di Mario Airaghi con la saga dei personaggi dalle...

14 nov 2016 Leggi tutto >

L'Italia in satira, dagli anni '70 ai giorni nostri - Roma - Luglio 2016

Per tutto il mese di Luglio si terrà presso la Biblioteca Marconi di...

23 giu 2016 Leggi tutto >

Concorso internazionale di satira disegnata a partecipazione gratuita.

Concorso internazionale di satira disegnata a partecipazione gratuita.  BANDO DI CONCORSO...

04 mag 2016 Leggi tutto >
Bem Calavera - Grafico, illustratore, web designer

Qui casca.... il migrante!

Pubblicato martedì 07 giugno 2016 alle 10:05:40 - By Nicola Luccarelli

Genocidio Armeni ...e Migranti...

 

Vignetta di Cecigian

 

Ogni anno cresce sempre di più? No, no non è la disoccupazione (quella sappiamo bene che non cala mai), bensì a crescere sono le vittime tra i migranti che cercano di raggiungere il nostro paese. 


Come se fosse una colpa volere una vita diversa per se e i propri cari, eppure ogni benedetto anno la storia si ripete. Come per tutti gli avvenimenti della storia, se non vengono riconosciuti su carta intestata da storici, scrittori e poeti, si può affermare per certo che alla stragrande maggioranza della popolazione italiana ma anche europea, non freghi un beneamato di tutto ciò. 


E' così, per avere un posto nella 'hall of fame' delle tragedie qualcuno deve istituire un giorno, un mese, un anno in cui si piangano delle vittime. Un po' come è successo per il genocidio degli armeni, è accaduto il secolo scorso, ma solo poco tempo fa il governo tedesco ha confermato che il fattaccio ebbe luogo, mentre più ritrosi sono apparsi i turchi.


 Ma cari ragazzi, gli armeni hanno pianto i propri cari per un secolo e voi ve ne uscite ora? Non si poteva prendere posizione qualche lustro prima? E poi, per la serie non piangere sul latte versato, oltre a prendere visione delle situazioni critiche, non si può fare qualcosa per tamponare o risolverle, no? Chi può fare qualcosa lo faccia?


 E qui casca l' asino, perchè la questione non è 'potere', ma è 'volere'. Quindi riformulo la mia richiesta: Chi voglia fare qualcosa lo faccia!


Nicola Luccarelli

 

 

Vignetta di Ignazio Piscitelli

I vostri commenti...

Non ci sono ancora commenti per questo articolo...

Lascia un commento





Trascina per confermare!