Quotidiano Multimediale Interattivo di Satira politica e di costume. Registrazione Tribunale di Rimini N.4 del 20 maggio 2014. Direttore responsabile: Romano Garofalo - venerdì 24 maggio 2019
Sommario
Animation Cartoon Collage

News

DONNE DU DU DU di Pietro Vanessi & Lucilla Masini

Sabato 26 novembre • ore 19, Pietro Vanessi & Lucilla Masini presentano: "Donne...

22 nov 2016 Leggi tutto >

Satirichinson

  E' uscito il libro SATIRICHINSON di Mario Airaghi con la saga dei personaggi dalle...

14 nov 2016 Leggi tutto >

L'Italia in satira, dagli anni '70 ai giorni nostri - Roma - Luglio 2016

Per tutto il mese di Luglio si terrà presso la Biblioteca Marconi di...

23 giu 2016 Leggi tutto >

Concorso internazionale di satira disegnata a partecipazione gratuita.

Concorso internazionale di satira disegnata a partecipazione gratuita.  BANDO DI CONCORSO...

04 mag 2016 Leggi tutto >
Bem Calavera - Grafico, illustratore, web designer

Scontro “all’ultimo coglione” tra Trump e il “Bombolone esplosivo” Nordcoreano Kim Jong un

Pubblicato venerdì 20 maggio 2016 alle 17:07:45 - By Cecigian

Incontro tra Trump e Kim Jong un...

 

Vignetta di Cecigian

 

Il candidato repubblicano alla presidenza Usa, Donald Trump, ha annunciato in un’intervista esclusiva a Reuters che vorrebbe incontrare il leader Kim Jong-un, detto anche “il bombolone esplosivo” per il suo faccione rubicondo e per le sue ambizioni nucleari.


L’incontro prevede una serrata gara a ”sparacazzate”: vince chi si inventerà la balla più colossale. Il duello sarà sicuramente acceso ed entusiasmante perché entrambi i rivali sono vere autorità in materia.


La disputa verrà ripresa in diretta TV dalle televisioni di tutto il mondo, i bookmakers inglesi già raccolgono le scommesse, mentre l’ America repubblicana tifa per il suo campione.


Poiché l’evento crea comunque popolarità, sembra già che gli uomini politici di ogni nazionalità vogliano imitare il due leader.


Il nostro Matteo, che i suoi maligni dettatori definiscono “il cazzaro fiorentino” ha già sfidato apertamente la minoranza Dem, certo della sua trionfale vittoria, anche perché il suo più accreditato rivale, Pierluigi Bersani, non va al di là delle sue celebri metafore...


Anzi, ne ha pure creata una per l’occasione: “non è che chi “sparapalle nel mucchio”, anche se colpisce il bersaglio, poi vinca l’orsacchiotto di peluche”…


Appare chiaro che tra i due “non c’è gara”…in ogni caso, vinca il miglior…cazzeggiatore

I vostri commenti...

Non ci sono ancora commenti per questo articolo...

Lascia un commento





Trascina per confermare!