Italian Comics Logo
Quotidiano Multimediale Interattivo di Satira politica e di costume. Registrazione Tribunale di Rimini N.4 del 20 maggio 2014. Direttore responsabile: Romano Garofalo - sabato 26 maggio 2018
Sommario
Animation Cartoon Collage

News

DONNE DU DU DU di Pietro Vanessi & Lucilla Masini

Sabato 26 novembre • ore 19, Pietro Vanessi & Lucilla Masini presentano: "Donne...

22 nov 2016 Leggi tutto >

Satirichinson

  E' uscito il libro SATIRICHINSON di Mario Airaghi con la saga dei personaggi dalle...

14 nov 2016 Leggi tutto >

L'Italia in satira, dagli anni '70 ai giorni nostri - Roma - Luglio 2016

Per tutto il mese di Luglio si terrà presso la Biblioteca Marconi di...

23 giu 2016 Leggi tutto >

Concorso internazionale di satira disegnata a partecipazione gratuita.

Concorso internazionale di satira disegnata a partecipazione gratuita.  BANDO DI CONCORSO...

04 mag 2016 Leggi tutto >
Bem Calavera - Grafico, illustratore, web designer

Te la dò io l'America…. Ovvero cosa resta nell’era Trump del “sogno americano”…

Pubblicato domenica 14 gennaio 2018 alle 07:16:34 - By Paride Puglia

 cosa resta nell’era Trump del “sogno americano”…

 

Vignetta di Paride Puglia

 

Parole dal cervello (si fa per dire...) sfuggite al Presidente americano Donald Trump: "Non voglio immigrati di Haiti, El Salvador e Stati africani: cesso di Paesi”


Il Sogno americano è stato la convinzione che, attraverso il duro lavoro, il coraggio, la determinazione fosse possibile raggiungere un migliore tenore di vita e una prosperità economica…


…la speranza di conseguire il successo, in qualsiasi campo, attingendo al sapere individuale, alle proprie intuizioni, avventurandosi con fiducia nell’ignoto.


Questo sogno si è diffuso perché gli americani avevano la sensazione di poter avere successo a prescindere dal loro paese d’origine e dal loro status sociale.


E questa idea si è propagata fino a noi, permeando di sé, non solo gli europei, ma anche i paesi del terzo mondo.


Ma cosa rimane di questo sogno di fronte all’ignoranza e alla volgarità di questo Presidente che, per sopraggiunta, parte dei suoi compatrioti considera un “emerito imbecille”?...


Forse non ci rimane che ammettere che “C’era una volta il sogno americano”….e ripetere, con malcelata disillusione, il titolo di un famoso programma degli anni 80 di Beppe Grillo, quando era una persona seria e faceva ridere… “Te la dò io l’America”…

 

 

Vignetta di Cecigian

I vostri commenti...

Non ci sono ancora commenti per questo articolo...

Lascia un commento





Trascina per confermare!