Quotidiano Multimediale Interattivo di Satira politica e di costume. Registrazione Tribunale di Rimini N.4 del 20 maggio 2014. Direttore responsabile: Romano Garofalo - giovedì 02 luglio 2020
Sommario
Animation Cartoon Collage

News

DONNE DU DU DU di Pietro Vanessi & Lucilla Masini

Sabato 26 novembre • ore 19, Pietro Vanessi & Lucilla Masini presentano: "Donne...

22 nov 2016 Leggi tutto >

Economicando

replica watches

19 nov 2016 Leggi tutto >

Satirichinson

  E' uscito il libro SATIRICHINSON di Mario Airaghi con la saga dei personaggi dalle...

14 nov 2016 Leggi tutto >

L'Italia in satira, dagli anni '70 ai giorni nostri - Roma - Luglio 2016

Per tutto il mese di Luglio si terrà presso la Biblioteca Marconi di...

23 giu 2016 Leggi tutto >

Concorso internazionale di satira disegnata a partecipazione gratuita.

Concorso internazionale di satira disegnata a partecipazione gratuita.  BANDO DI CONCORSO...

04 mag 2016 Leggi tutto >
Bem Calavera - Grafico, illustratore, web designer

Democrazia a 5 stelle

Pubblicato venerdì 07 ottobre 2016 alle 12:12:50 - By Nicola Luccarelli

 

Vignetta di Walter Leoni

 

Viviamo in una democrazia. L' Italia è una democrazia. Siamo democratici, ognuno può fare quello che vuole e ci mancherebbe altro, ma che scherzate. Il Movimento 5 Stelle è una democrazia, fondata sul volere di Beppe Grillo e Casaleggio Junior, dove ognuno degli iscritti può scegliere liberamente cosa fare e cosa pensare, però prima deve chiedere il permesso a Grillo o a Casaleggio Junior, o a tutti e due insieme, perché no. Perché 'uno vale uno', ma qualcuno vale anche due, tre, quattro e anche cinque.


Insomma, la democrazia a 5 stelle vale per tutti tranne che per chi l' ha inventata, mi sembra chiaro. Poi ognuno nel suo partito, movimento, palcoscenico, recita il suo ruolo al meglio delle sue possibilità, dicendo agli altri cosa dire, fare, pensare, baciare, lettere e testamento, questo è palese.


E chi vuole dire la sua? E chi non la pensa come il Boccia? Beh, quella è la porta, arrivederci e grazie... più arrivederci che grazie. Siamo tutti in democrazia, fino a prova contraria, però quando arriva la prova contraria, quanto ci piace fare i dispotici?


Dite la verità, senza un condottiero a comandarci, dove andremo a finire? Nel bidone della democrazia riciclata, dove nessuno ci riconoscerebbe e tutti getterebbero dentro le loro frustrazioni. Ma, esiste davvero una democrazia democratica? Nello stato non so, nei partiti no e nei movimenti? Chiedete a Grillo, a Casaleggio Junior o a entrambi!


Nicola Luccarelli

I vostri commenti...

Non ci sono ancora commenti per questo articolo...

Lascia un commento





Trascina per confermare!