Quotidiano Multimediale Interattivo di Satira politica e di costume. Registrazione Tribunale di Rimini N.4 del 20 maggio 2014. Direttore responsabile: Romano Garofalo - giovedì 24 settembre 2020
Sommario
Animation Cartoon Collage

News

DONNE DU DU DU di Pietro Vanessi & Lucilla Masini

Sabato 26 novembre • ore 19, Pietro Vanessi & Lucilla Masini presentano: "Donne...

22 nov 2016 Leggi tutto >

Economicando

replica watches

19 nov 2016 Leggi tutto >

Satirichinson

  E' uscito il libro SATIRICHINSON di Mario Airaghi con la saga dei personaggi dalle...

14 nov 2016 Leggi tutto >

L'Italia in satira, dagli anni '70 ai giorni nostri - Roma - Luglio 2016

Per tutto il mese di Luglio si terrà presso la Biblioteca Marconi di...

23 giu 2016 Leggi tutto >

Concorso internazionale di satira disegnata a partecipazione gratuita.

Concorso internazionale di satira disegnata a partecipazione gratuita.  BANDO DI CONCORSO...

04 mag 2016 Leggi tutto >
Bem Calavera - Grafico, illustratore, web designer

Intervento in Libia: armiamoci e partite…

Pubblicato giovedì 04 agosto 2016 alle 09:32:28 - By Alfio Krancic

Intervento in Libia: armiamoci e partite...

 

Vignetta di Alfio Krancic

 

Non è passato molto tempo da quando la Ministra Pinotti voleva armare 5 mila baldi giovani e mandarli a pugnare in terra libica.


Non sappiamo se la nostra Ministra intendesse assumerne personalmente il comando o affidarlo a qualche generale, secondo il famoso aforisma di Georges Clemenceau, politico francese del secolo scorso, ”la guerra è una cosa troppo seria per lasciarla in mano ai militari”.


In ogni caso, dopo gli iniziali ardori, l’intrepida amazzone governativa passò a più miti consigli, e non se ne fece nulla.


Ed ora, come nei film western americani del grande John Wayne, ecco che sono arrivati “i nostri”, (all’epoca le giubbe blu…), a “toglierci le castagne dal fuoco” del calderone libico. Ma l’opinione della politica italiana è molto frammentata a riguardo e, a richiesta di un aiuto, risponde con il solito: “si, ma, però, già, boh, ni…dai, via avanti tu, che poi noi veniamo…forse”…


“Pippo Civati di Possibile: il Parlamento si deve confrontare sulla partecipazione dell’Italia a operazioni militari in Libia. Arturo Scotto, di Sinistra italiana:  qualsiasi decisione passi per un voto formale del Parlamento. Paolo Ferrero, di Rifondazione Comunista: no alla ripresa della guerra della Nato in Libia. Fabrizio Cicchitto del Nuovo Centrodestra:  non serve un’autorizzazione del Parlamento per concedere le basi e il sorvolo dello spazio aereo. Michele Nicoletti del PD:  il governo ha dato disponibilità a riferire costantemente sulla situazione”. Di Battista, Cinquestelle: no a bombe italiane sulla Libia…bisogna incrementare ruolo e coinvolgimento della Russia di Putin…


Per fortuna c’è il nostro Matteo “tuttofare” a salvare l’onore guerresco del nostro paese e a dare una mano…

I vostri commenti...

Non ci sono ancora commenti per questo articolo...

Lascia un commento





Trascina per confermare!