Quotidiano Multimediale Interattivo di Satira politica e di costume. Registrazione Tribunale di Rimini N.4 del 20 maggio 2014. Direttore responsabile: Romano Garofalo - martedì 17 settembre 2019
Sommario
Animation Cartoon Collage

News

DONNE DU DU DU di Pietro Vanessi & Lucilla Masini

Sabato 26 novembre • ore 19, Pietro Vanessi & Lucilla Masini presentano: "Donne...

22 nov 2016 Leggi tutto >

Satirichinson

  E' uscito il libro SATIRICHINSON di Mario Airaghi con la saga dei personaggi dalle...

14 nov 2016 Leggi tutto >

L'Italia in satira, dagli anni '70 ai giorni nostri - Roma - Luglio 2016

Per tutto il mese di Luglio si terrà presso la Biblioteca Marconi di...

23 giu 2016 Leggi tutto >

Concorso internazionale di satira disegnata a partecipazione gratuita.

Concorso internazionale di satira disegnata a partecipazione gratuita.  BANDO DI CONCORSO...

04 mag 2016 Leggi tutto >
Bem Calavera - Grafico, illustratore, web designer

Matteo Renzi alla guida del Paese: tanto tuonò che alla fine piovve.

Pubblicato venerdì 14 febbraio 2014 alle 20:06:40 - By Romano Garofalo

 

Tanto tuonò, che alla fine piovve. Matteo Renzi, dopo aver dato più volte rassicurazione a Enrico Letta, che non ambiva sostituirlo, nel più puro stile dalemiano (ricordate come il “baffo nazionale” ha silurato “mortadella – Prodi”?...) lo ha spodestato, e senza neppure dargli gli otto giorni. 

 

Verso il duello

Vignetta di Kurt

 

Il buon Enrico si è giustamente “incazzicchiato” un po’: pensate che, a breve, doveva incontrare la Regina d’Inghilterra ed ora, invece, è per sua scelta disoccupato, senza “arte ne parte” (cioè incarichi di governo…), come una volta si diceva dei “perdigiorno” che vagano a vuoto per la città.


Grandi sono le speranze che il paese ripone in Matteo Renzi: dovrebbe risollevarlo dal lungo periodo recessivo, risanare i conti pubblici, creare nuovi posti di lavoro per i giovani e i disoccupati, dare un nuovo impulso alla crescita economica…e poi c’è qualcuno che pensa che, già che c’è, il nostro Matteo possa risanare gli ammalati, far camminare gli storpi, ridare la vista ai non vedenti… Forse è chiedere troppo, ma c’è chi ci spera. Matteo, da parte sua, mantiene una posizione un po’ ambigua: non conferma e non smentisce…

 

Seduzioni

Vignetta di Franco Stivali

 

E’ davvero incredibile questo paese: siamo più di 60 milioni e riponiamo le nostre speranze su “un uomo della provvidenza al comando”. Un ragazzotto dalla battuta pronta, di un’arguzia tipica fiorentina, pronto e volitivo quali possano essere solo gli ingenui o i determinati. Furbo quanto basta per “raccontarla” a questo popolo di santi, poeti, navigatori, e pure qualche pirla. Ci ha appena raccontato (sarebbe meglio dire “intortato”) che andare al governo non è nel suo interesse, ma in quello del paese.


>>Matteo, se, fra un anno, vai alle elezioni e, com’è probabile, il “rieccolo-2” Silvio Berlusconi le vince, ti mettono in croce per aver “resuscitato il Cavaliere”: a quel punto ti rimane il posto di sindaco di Firenze. Forse…<<

 

Al Matteo

Vignetta di Kurt

 

In ogni caso, quanto detto, non esprime un giudizio negativo, ma “attendista”, come peraltro la pensa la maggior parte degli Italiani. Per cui:


- Se riuscirai ad eliminare le auto blu…(peraltro non ho mai capito perché i parlamentari e gli altri dignitari della politica non possano prendere l’autobus. Certo, se vengono riconosciuti, “son problemi”, ma ogni professione ha i suoi rischi ).


- Se riesci a decurtare fortemente lo stipendio dei consiglieri regionali (tra l’altro non ho mai capito che cazzo facciano di tanto importante per intascarsi 12-15 mila euro al mese. Non dico del Trota, ma di uno normale…).


- Se ridurrai lo stipendio ai parlamentari e le varie prebende connesse.


- Se eliminerai il Senato, e Vito Crimi e l’esimia compagnia li mandi a lavorare, senza “riciclarli” in altri incarichi prestigiosi.


- Se risolverai il conflitto d’interesse che è stato la base, per vent’anni, di molti problemi di questo paese.


Certo, lo so che non sono scelte “risolutive”, ma certamente sarebbero un bel “segnale” per questo popolo “paziente oltremisura”… In questo caso, forse, potresti essere “l’uomo della provvidenza”.

 

Ora... Zen

Vignetta di Marco Vuchich

I vostri commenti...

Non ci sono ancora commenti per questo articolo...

Lascia un commento





Trascina per confermare!