Quotidiano Multimediale Interattivo di Satira politica e di costume. Registrazione Tribunale di Rimini N.4 del 20 maggio 2014. Direttore responsabile: Romano Garofalo - domenica 09 agosto 2020
Sommario
Animation Cartoon Collage

News

DONNE DU DU DU di Pietro Vanessi & Lucilla Masini

Sabato 26 novembre • ore 19, Pietro Vanessi & Lucilla Masini presentano: "Donne...

22 nov 2016 Leggi tutto >

Economicando

replica watches

19 nov 2016 Leggi tutto >

Satirichinson

  E' uscito il libro SATIRICHINSON di Mario Airaghi con la saga dei personaggi dalle...

14 nov 2016 Leggi tutto >

L'Italia in satira, dagli anni '70 ai giorni nostri - Roma - Luglio 2016

Per tutto il mese di Luglio si terrà presso la Biblioteca Marconi di...

23 giu 2016 Leggi tutto >

Concorso internazionale di satira disegnata a partecipazione gratuita.

Concorso internazionale di satira disegnata a partecipazione gratuita.  BANDO DI CONCORSO...

04 mag 2016 Leggi tutto >
Bem Calavera - Grafico, illustratore, web designer

Quel gran pezzo di Leopolda

Pubblicato lunedì 27 ottobre 2014 alle 14:08:28 - By Fab

satira renzi

Vignetta di Fab

 

Non sono mai stato uno di sinistra col pugno alzato e non ho mai simpatizzato con i sindacati per partito preso. Talvolta aderisco agli scioperi, ma non sfilo in corteo. La maggior parte delle volte nemmeno aderisco. Poi, mi sento un po' in colpa, ma neanche tanto.

 

Invece, all'inizio, ho capito ed approvato i discorsi innovativi di Renzi. Chi mi segue lo sa e sa che sono rimasto per la maggior parte perplesso e deluso. Continuo a preferire una "Terza via" di liberismo socialdemocratico, come teorizzata da Giddens, alla Prodi o alla Clinton, che non perdevano di vista il sociale e magari si sedevano meno sugli slogan e di più sui fatti. Liberi tutti di essere d'accordo o meno con il sottoscritto.

 

Se dovessi dare una valutazione al mio livello di sinistroisità direi che più che rosso io sono rosa, ma non ho difficoltà ad ammetterlo e pure a spiegarne i perché. Tuttavia, quando una piazza si riempie di persone, con bandiere e bella energia dirompente, ma non nociva, come è successo ieri a Roma, ecco, bisogna averne rispetto ed evitare di sminuire. Quello è un lavoro che faceva Emilio Fede.

 

Per questo, anche se sono rosa, anche se non ho partecipato alla manifestazione, anche se in casa non ho il poster della Camusso, mi sento più vicino a quelli che sfilavano ieri con le bandiere rosse, che a quelli che facevano passerella alla Leopolda. Fra l'altro, questi ultimi, in gran parte anti-renziani poi successivamente convertiti e saliti sul carro del vincitore.

 

Comunque la notizia del giorno, oltre quella orribile dell'avvenuta impiccagione della povera Reyhaneh Jabbari, colpevole dell'uccisione del suo stupratore, è che è finita un'altra volta l'ora legale. Speriamo che Renzi, la Leopolda ed il Nazareno non se ne accorgano...

 

Haldeyde

I vostri commenti...

Non ci sono ancora commenti per questo articolo...

Lascia un commento





Trascina per confermare!