Quotidiano Multimediale Interattivo di Satira politica e di costume. Registrazione Tribunale di Rimini N.4 del 20 maggio 2014. Direttore responsabile: Romano Garofalo - sabato 26 settembre 2020
Sommario
Animation Cartoon Collage

News

DONNE DU DU DU di Pietro Vanessi & Lucilla Masini

Sabato 26 novembre • ore 19, Pietro Vanessi & Lucilla Masini presentano: "Donne...

22 nov 2016 Leggi tutto >

Economicando

replica watches

19 nov 2016 Leggi tutto >

Satirichinson

  E' uscito il libro SATIRICHINSON di Mario Airaghi con la saga dei personaggi dalle...

14 nov 2016 Leggi tutto >

L'Italia in satira, dagli anni '70 ai giorni nostri - Roma - Luglio 2016

Per tutto il mese di Luglio si terrà presso la Biblioteca Marconi di...

23 giu 2016 Leggi tutto >

Concorso internazionale di satira disegnata a partecipazione gratuita.

Concorso internazionale di satira disegnata a partecipazione gratuita.  BANDO DI CONCORSO...

04 mag 2016 Leggi tutto >
Bem Calavera - Grafico, illustratore, web designer

Sì o No, No o Si, Sì o No, no o sì?

Pubblicato sabato 03 dicembre 2016 alle 16:06:52 - By Nicola Luccarelli

Referendum: ultimo atto..

 

Vignetta di Pietro Vanessi.

 

'Sì o Noo o Nooooooooo... dimmi che mi vuoi'. Non sono impazzito, questo è un verso della canzone di Fiorello, ve la ricordate? Con il Referendum che si terrà domenica sta bene come il cacio sui maccheroni, non trovate? C'è chi dice che andrà tutto bene con il Sì, altri che andrà tutto bene se vincerà il No, ognuno cerca di portare l'acqua al proprio mulino.


Anzi, sarebbe meglio dire che ci vogliono convincere che non sarà comunque una vittoria (già il fatto di andare a votare è una vittoria di per sé), ma che se vince il No, diventeremo brutti e cattivi, ancora più arretrati e cialtroni, una massa di capre, capre, capre (per dirla alla Sgarbi).


Ormai, manca poco al giorno del giudizio e, per convincere gli indecisi, i nostri politici farebbero di tutto, persino vendersi la madre! Non si riesce più a capire dove inizi il giusto e finisca lo sbagliato, dove stia il bene e dove, invece, si nasconda il male... quello di vivere, perché oggettivamente pensare che un referendum risolva tutti i nostri problemi, mi sembra veramente troppo.


Comunque, lasciamo giocare questi 'aspiranti capetti' che sgomitano per avere ragione e poi alla fine un bel vaffa a questi 'piccoli grandi politici' (comunque andranno le cose), non ci riempirà il conto in banca, ma ci farà sentire meglio, quello sì!


Nicola Luccarelli

I vostri commenti...

Non ci sono ancora commenti per questo articolo...

Lascia un commento





Trascina per confermare!