Italian Comics Logo
Quotidiano Multimediale Interattivo di Satira politica e di costume. Registrazione Tribunale di Rimini N.4 del 20 maggio 2014. Direttore responsabile: Romano Garofalo - domenica 21 gennaio 2018
Sommario
Animation Cartoon Collage

News

DONNE DU DU DU di Pietro Vanessi & Lucilla Masini

Sabato 26 novembre • ore 19, Pietro Vanessi & Lucilla Masini presentano: "Donne...

22 nov 2016 Leggi tutto >

Satirichinson

  E' uscito il libro SATIRICHINSON di Mario Airaghi con la saga dei personaggi dalle...

14 nov 2016 Leggi tutto >

L'Italia in satira, dagli anni '70 ai giorni nostri - Roma - Luglio 2016

Per tutto il mese di Luglio si terrà presso la Biblioteca Marconi di...

23 giu 2016 Leggi tutto >

Concorso internazionale di satira disegnata a partecipazione gratuita.

Concorso internazionale di satira disegnata a partecipazione gratuita.  BANDO DI CONCORSO...

04 mag 2016 Leggi tutto >
Bem Calavera - Grafico, illustratore, web designer

Cronache dal palazzo

Articoli


Genny 'a Carogna? Io lo farei Capo della polizia

Pubblicato domenica 18 maggio 2014 alle 21:24:28

 

Fouché, ministro degli Interni di Luigi XIV, liberò un famoso bandito, Vidocq, che per molto tempo era stato il più pericoloso di Francia e che dopo vari anni di galera sembrava essersi ravveduto. E lo nominò a capo della polizia. Con ottimi risultati perché il bandito conosceva bene i suoi polli.
 
Farei la stessa cosa con 'Genny 'a carogna' dopo avergli fatto passare un periodo ai servizi sociali in un modo un po' più serio di quanto non li stia scontando Silvio Berlusconi. Perché ha dimostrato di saper tenere testa alle Autorità e, insieme, alla piazza, meglio di qualsiasi ministro degli Interni. 'Genny 'a carogna', inutile nasconderselo, è ormai un mito e sono certo che se si facesse un sondaggio pro o contro i sì a suo favore sarebbero valanga.
 
Vignetta di Marco Vuchich
 
E smettiamola con l'ipocrisia del «saremo fermissimi contro ogni illegalità», espressa dal Presidente della Repubblica, da quello del Consiglio, dai presidenti di Senato e Camera, dal ministro degli Interni, dal Capo della polizia, dai presidenti di Coni e Federcalcio e da ogni sorta di Autorità. Da quando un premier in carica ha dichiarato che la magistratura del suo Paese è «il cancro della democrazia» e un pregiudicato è stato ricevuto dal Presidente della Repubblica e da quello del Consiglio con cui ha concordato leggi istituzionali, la legalità non esiste più nel nostro Paese. L'Italia dello Stato ha ormai solo la vuota forma. Non esiste più. Tanto che i nostri premier li nomina, di fatto, il cancelliere tedesco.
 
Se l'illegalità viene innanzitutto dagli uomini delle Istituzioni come si fa poi a pretenderla da quelli della strada? La legalità solo 'Genny 'a carogna', che di quella stessa pasta è fatto e possiede un carisma che nessuna Autorità e nemmeno nessun calciatore, il che è ancora più indicativo, ha dimostrato di avere, potrebbe ottenerla.
 
 
 

0 commenti

Il complotto contro Silvio Berlusconi, e l’astuto Brunetta…

Pubblicato giovedì 15 maggio 2014 alle 14:45:25

L’ex ministro del tesoro americano, Tim Geithner, in un suo recente libro di memorie, ha affermato che ci sarebbe stato un complotto europeo, ad alto livello, per defenestrare Silvio Berlusconi e cacciarlo da Palazzo Chigi. Vignetta di Ignazio Piscitelli - Ignant Immediatamente l’astuto Brunetta ha proposto una commissione d’inchiesta per far luce...


Leggi tutto e guarda la striscia ->
0 commenti

Claudio Scajola: un arresto “a sua insaputa”…

Pubblicato giovedì 08 maggio 2014 alle 16:21:17

Vignetta di Andrea Bersani L’ex ministro Claudio Scajola, è stato arrestato dalla Direzione Investigativa Antimafia di Reggio Calabria con l’accusa di aver favorito la latitanza di Amedeo Matacesa, noto imprenditore reggino, ex-parlamentare del PDL, condannato in via definitiva per concorso esterno in associazione mafiosa. Siamo in grado di documentarvi il...


Leggi tutto e guarda la striscia ->
0 commenti

Chi di “sereno” ferisce, di “sereno” perisce…

Pubblicato mercoledì 16 aprile 2014 alle 20:59:54

Vignetta di Mario Airaghi Matteo Renzi ha sdoganato alla politica una parola, o meglio, una breve frase: “stai sereno”, utilizzata per la prima volta al fine di assicurare sulla stabilità del suo governo, l’ex presidente del Consiglio, Enrico Letta. Da come sono andate le cose, non c’era poi tanto da “star sereno” da parte di Letta. Ed...


Leggi tutto e guarda la striscia ->
0 commenti

L’incontro Napolitano – Berlusconi: tutta la verità…

Pubblicato venerdì 04 aprile 2014 alle 11:17:51

Vignetta di Roberto Mangosi - Secondo Renato Brunetta, Berlusconi e Napolitano, durante il loro recente incontro, hanno trattato i temi di politica estera e, in particolare, di Putin e della Crimea. - Secondo Mariastella Gelmini, i due uomini politici hanno esaminato nel dettaglio il programma di governo del Premier Matteo Renzi a cui è stato assicurato il sostegno di Forza...


Leggi tutto e guarda la striscia ->
0 commenti

Gli europeisti, gli antieuropeisti, e i falsi europeisti…

Pubblicato lunedì 31 marzo 2014 alle 19:37:03

Vignetta di Marco Vuchich Lo confesso: a me sarebbe piaciuto girare l’Europa e definirmi, a pieno titolo, non italiano ma “europeo”. Non per scarso attaccamento al paese che mi ha dato i natali, ma perché definirsi europeo avrebbe significato rifiutare ogni tipo di provincialismo, riconoscere nell’altro qualcuno, se vogliamo diverso per origine e cultura,...


Leggi tutto e guarda la striscia ->
0 commenti

E dopo l’abolizione delle provincie, aboliremo…i provinciali

Pubblicato venerdì 28 marzo 2014 alle 20:53:43

Vignetta di Mario Airaghi Sembra che ormai il nostro Matteo Renzi sia lanciato non solo nella riforma dello stato, ma anche nelle “citazioni storiche”. Sulla traccia del Marchese Massimo d’Azeglio che, al tempo del Risorgimento italiano, pronunciò la frase passata alla storia:” L’Italia è fatta, ora dobbiamo fare gli Italiani.” Sembra che...


Leggi tutto e guarda la striscia ->
0 commenti

Le coperture economiche e la finanza creativa di Matteo Renzi

Pubblicato mercoledì 26 marzo 2014 alle 19:40:09

Vignetta di Mario Airaghi Matteo Renzi ha grandi idee per rinnovare questo paese, ma servono soldi, cioè le famose “coperture economiche”. Tutti gliele chiedono e tutti avanzano dubbi sulle reali possibilità che il premier possa trovare i fondi che servono. Ma non tengono conto dell’estro e della creatività del nostro Matteo che, a questo riguardo,...


Leggi tutto e guarda la striscia ->
0 commenti

L'invasione dei produttori di wurstel tedeschi e il paladino della dieta mediterranea

Pubblicato giovedì 20 marzo 2014 alle 21:13:57

Vignetta di Mario Airaghi L’incontro Renzi – Merkel ha suscitato grande interesse in Germania e grandi polemiche in Italia. Infatti, i detrattori del governo lo hanno interpretato come espressione di un atteggiamento di sudditanza e di sottomissione allo strapotere tedesco. Insomma, secondo costoro, matteo Renzi si sarebbe presentato alla cancelliera con cappello in mano...


Leggi tutto e guarda la striscia ->
0 commenti

Un nuovo servizio del governo Renzi: “Matteo si ascolta”…

Pubblicato lunedì 17 marzo 2014 alle 12:44:49

Vignetta di Dario Di Simone - Darix Povero Matteo, ormai lo si accusa di tutto e di più… E’ appena arrivato alla stanza dei bottoni e, se non risolleva subito le sorti del paese, non risana l’economia, non fa arrivare i treni in orario, non risolve i problemi dell’Alitalia, non asfalta le strade della capitale, non moltiplica i pani e i pesci e non cammina...


Leggi tutto e guarda la striscia ->
0 commenti
Pagina   0   1   2   3   4   5   6   7   8   9   10   11   12   13   14   15   16