Quotidiano Multimediale Interattivo di Satira politica e di costume. Registrazione Tribunale di Rimini N.4 del 20 maggio 2014. Direttore responsabile: Romano Garofalo - giovedì 09 aprile 2020
Sommario
Animation Cartoon Collage

News

DONNE DU DU DU di Pietro Vanessi & Lucilla Masini

Sabato 26 novembre • ore 19, Pietro Vanessi & Lucilla Masini presentano: "Donne...

22 nov 2016 Leggi tutto >

Economicando

replica watches

19 nov 2016 Leggi tutto >

Satirichinson

  E' uscito il libro SATIRICHINSON di Mario Airaghi con la saga dei personaggi dalle...

14 nov 2016 Leggi tutto >

L'Italia in satira, dagli anni '70 ai giorni nostri - Roma - Luglio 2016

Per tutto il mese di Luglio si terrà presso la Biblioteca Marconi di...

23 giu 2016 Leggi tutto >

Concorso internazionale di satira disegnata a partecipazione gratuita.

Concorso internazionale di satira disegnata a partecipazione gratuita.  BANDO DI CONCORSO...

04 mag 2016 Leggi tutto >
Bem Calavera - Grafico, illustratore, web designer

Il Pil che va "avanti e indietro", e sembra avercela con noi...

Pubblicato venerdì 16 settembre 2016 alle 09:53:41 - By Mario Airaghi

Il Pil che va "avanti e indietro"...

 

Vignetta di Mario Airaghi

 

Ogni tanto si impone all’attenzione dell’opinione pubblica una parolina. Tempo fa era lo Spreed, oggi il Pil. Molti neppure sanno cosa sia questa strana parolina, eppure incide pesantemente sulla vita di tutti noi perché, se questo Pil non cresce, ne sopportiamo le nefaste conseguenze…


Insomma, pur non essendo degli economisti, abbiamo comunque capito che se andiamo avanti a stento, se molti non arrivano a fine mese, la colpa è del Pil che non cresce. Sappiamo con chi ce la dobbiamo prendere: questo cattivo Pil che sembra proprio avercela con noi...


In più, attualmente c’è pure una differenza tra il Pil stimato dal Centro studi di Confindustria ed il Pil del governo, che nel suo immaginifico ottimismo, lo vede sempre migliore e più favorevole.

 

E di Pil in Pil, da anni, “il povero pantalone” che magari neppure sa cosa sia, e neppure è certo che la responsabilità del Pil che va “avanti o indietro” dipenda da lui, purtuttavia cerca di sostenerlo con il proprio lavoro…

I vostri commenti...

Non ci sono ancora commenti per questo articolo...

Lascia un commento





Trascina per confermare!