Quotidiano Multimediale Interattivo di Satira politica e di costume. Registrazione Tribunale di Rimini N.4 del 20 maggio 2014. Direttore responsabile: Romano Garofalo - giovedì 12 dicembre 2019
Sommario
Animation Cartoon Collage

News

DONNE DU DU DU di Pietro Vanessi & Lucilla Masini

Sabato 26 novembre • ore 19, Pietro Vanessi & Lucilla Masini presentano: "Donne...

22 nov 2016 Leggi tutto >

Economicando

replica watches

19 nov 2016 Leggi tutto >

Satirichinson

  E' uscito il libro SATIRICHINSON di Mario Airaghi con la saga dei personaggi dalle...

14 nov 2016 Leggi tutto >

L'Italia in satira, dagli anni '70 ai giorni nostri - Roma - Luglio 2016

Per tutto il mese di Luglio si terrà presso la Biblioteca Marconi di...

23 giu 2016 Leggi tutto >

Concorso internazionale di satira disegnata a partecipazione gratuita.

Concorso internazionale di satira disegnata a partecipazione gratuita.  BANDO DI CONCORSO...

04 mag 2016 Leggi tutto >
Bem Calavera - Grafico, illustratore, web designer

Studiamo il cinese: ci conviene…

Pubblicato mercoledì 29 gennaio 2014 alle 18:29:11 - By Romano Garofalo

 

 

 

 

Disegni di Agim Sulaj

 

Normalmente gli imperi, nel corso della storia, sono caduti per “troppo benessere”. l’Impero romano ha cominciato il suo declino quando i suoi abitanti si sono “adagiati” negli agi e nel lusso, lasciando agli altri la difesa dello stato. Sono arrivati, quindi, i barbari, affamati di benessere e desiderosi di sostituirsi agli antichi dominatori. La storia, per certi versi, si ripete: la vecchia Europa è in crisi e i “nuovi barbari” (si fa per dire, in questo caso, perché eredi di antiche e raffinate culture), cinesi e indiani, sono alle porte, in una competizione economica globale, al fine di raggiungere i nostri standard di vita.

 

Che fare? Gli economisti propongono le loro soluzioni, una diversa dall’altra: ricordano gli esperti in previsioni del tempo di una volta che aprivano la finestra, guardavano cosa si diceva “di fuori”, poi azzardavano le loro previsioni. Se in Europa questa è la situazione, cosa succede a noi Italiani? Forse dovremmo fare come a inizio secolo scorso e girare per il mondo con “la classica valigia di cartone” in cerca di occupazione? Questa volta poi, la valigia è pure un po’…sfonda. Forse nelle scuole è ora di abbandonare lo studio dell’Inglese e iniziare a studiare il Cinese, ci conviene…

 

Sembra infatti che la mano d’opera italiana sia abbastanza apprezzata nel paese dei mandarini.(r.g.)

I vostri commenti...

Non ci sono ancora commenti per questo articolo...

Lascia un commento





Trascina per confermare!