Quotidiano Multimediale Interattivo di Satira politica e di costume. Registrazione Tribunale di Rimini N.4 del 20 maggio 2014. Direttore responsabile: Romano Garofalo - sabato 26 settembre 2020
Sommario
Animation Cartoon Collage

News

DONNE DU DU DU di Pietro Vanessi & Lucilla Masini

Sabato 26 novembre • ore 19, Pietro Vanessi & Lucilla Masini presentano: "Donne...

22 nov 2016 Leggi tutto >

Economicando

replica watches

19 nov 2016 Leggi tutto >

Satirichinson

  E' uscito il libro SATIRICHINSON di Mario Airaghi con la saga dei personaggi dalle...

14 nov 2016 Leggi tutto >

L'Italia in satira, dagli anni '70 ai giorni nostri - Roma - Luglio 2016

Per tutto il mese di Luglio si terrà presso la Biblioteca Marconi di...

23 giu 2016 Leggi tutto >

Concorso internazionale di satira disegnata a partecipazione gratuita.

Concorso internazionale di satira disegnata a partecipazione gratuita.  BANDO DI CONCORSO...

04 mag 2016 Leggi tutto >
Bem Calavera - Grafico, illustratore, web designer

Tranquillo, pensionato: c’è una “fattucchiera” nel tuo futuro…

Pubblicato domenica 21 febbraio 2016 alle 18:51:27 - By Fabio Magnasciutti

Pensionato: una fattucchiera nel tuo futuro...

 

Vignetta di Fabio Magnasciutti 

 

E’ ormai prassi consolidata. Quando c’è da fare cassa, si pensa sempre ai pensionati. Ha cominciato la “piangente” Fornero, per arrivare a Matteo Renzi che, certamente, non ha “la lacrima facile”.


Appare, però, piuttosto indeciso, titubante, perché sa che … anche i pensionati votano e, da buon politico qual’è, non vuole perdere consensi.


Ci risulta, pertanto, che abbia incaricato un team di “teste d’uovo” della Leopolda, la sua élite intellettuale d’assalto, per studiare il problema e “alleggerire” il portamonete del pensionato in maniera indolore ... (per lui, il Premier…non certo per il pensionato…): in altre parole ”gratta e arraffa, ma non ti far beccare”…


-La prima idea venuta subito alla mente consisteva nella “eliminazione fisica per legge”, dopo una certa età, del pensionato. Cosa che avrebbe sicuramente portato alle casse dello stato un bel po’ di denaro da investire in “iniziative socialmente utili”, come la realizzazione di "campi da golf esclusivi" per i cosiddetti pensionati d’oro, da premiare in questo modo perché i ricchi sono notoriamente di bell’aspetto, ben nutriti e vestiti, non protestano contro il governo e non danno quindi fastidio a nessuno.


Mentre i poveri pensionati sono spesso brutti, acciaccati dai malanni, sempre incazzati e protestatari, e nuocciono al buon nome dell’Italia nel mondo.


La proposta era allettante, ne convennero quasi tutti, ma taluni obiettarono che poteva anche avere un qualche carattere d'incostituzionalità, ed era pertanto a rischio bocciatura della Suprema Corte.


-Scartata la prima ipotesi, le eminenti teste d’uovo, dopo aver lanciato una nuova idea, subito eliminata per dar spazio a un’altra proposta, ma non presa in seria considerazione dai più… per poi passare ad altra geniale trovata, bocciata per una alternativa più convincente, e via di questo passo…


ecco che, finalmente, si fa strada un’altra brillante idea: sostituire le sale del Bingo a cui, come si sa, molti anziani sono affezionati e vi trascorrono ore serene, e a basso rischio, con il “Gioco delle tre carte”, certamente più emozionante e intrigante.


A questo riguardo, verranno creati “banchetti da gioco” nei posti strategici: parchi pubblici, davanti alle scuole, dove molti nonni vanno a prendere i nipotini alla fine delle lezioni, davanti alle USL, ecc.


L’idea ha ricevuto subito ampi consensi, anche perché i banchi saranno gestiti dai politici dell’intero arco costituzionale, particolarmente abili in questo tipo di gioco: ”La carta vince, la carta perde, dov’è la carta?...e, alla fine, vincono sempre loro…


-e, per quei pensionati che, malauguratamente, si potrebbero sottrarre al gioco delle tre carte, è pronta l’istituzione di una “Banca della terza età”, dove l’anziano potrà depositare i suoi risparmi.


Inoltre, dopo i noti fatti di Banca Etruria, la nuova banca sarà assolutamente sicura, in quanto garantita, non dai “Fondi dello stato”, ma dai “Fondi del caffè”, certamente più affidabili perché, periodicamente, una maga professionista, accreditata dalla Presidenza del Consiglio, li consulterà per controllare che la banca continui a essere solida e i soldi dei pensionati risparmiatori, al sicuro.


Sembra già pronto il battage pubblicitario, allo slogan di “ tranquillo, pensionato, c’è una fattucchiera nel tuo futuro, te lo garantisce Matteo…

Romano Garofalo

I vostri commenti...

Non ci sono ancora commenti per questo articolo...

Lascia un commento





Trascina per confermare!