Quotidiano Multimediale Interattivo di Satira politica e di costume. Registrazione Tribunale di Rimini N.4 del 20 maggio 2014. Direttore responsabile: Romano Garofalo - mercoledì 16 ottobre 2019
Sommario
Animation Cartoon Collage

News

DONNE DU DU DU di Pietro Vanessi & Lucilla Masini

Sabato 26 novembre • ore 19, Pietro Vanessi & Lucilla Masini presentano: "Donne...

22 nov 2016 Leggi tutto >

Satirichinson

  E' uscito il libro SATIRICHINSON di Mario Airaghi con la saga dei personaggi dalle...

14 nov 2016 Leggi tutto >

L'Italia in satira, dagli anni '70 ai giorni nostri - Roma - Luglio 2016

Per tutto il mese di Luglio si terrà presso la Biblioteca Marconi di...

23 giu 2016 Leggi tutto >

Concorso internazionale di satira disegnata a partecipazione gratuita.

Concorso internazionale di satira disegnata a partecipazione gratuita.  BANDO DI CONCORSO...

04 mag 2016 Leggi tutto >
Bem Calavera - Grafico, illustratore, web designer

La Cassazione: masturbarsi in pubblico non è più reato.

Pubblicato venerdì 09 settembre 2016 alle 07:34:33 - By Roberto Mangosi

La masturbazione...liberalizzata...

 

Vignetta di Roberto Mangosi

 

Ma segaioli tutti del Bel Paese, non lasciatevi … prendere la mano perché si rischia una multa.


Le sanzioni amministrative sono in crescendo in relazione alla dinamica del fatto, che avvenga in pubblica piazza o altrove, e si manifesti in svariati e fantasiosi modi:


- Sega semplice, in religioso e contemplativo silenzio, leggendo “a Silvia” di Giacomo Leopardi: “Silvia, rimembri ancora quel tempo della tua vita mortale quando beltà splendea negli occhi tuoi ridenti e fuggitivi”...


- Sega sentimentale, guardando il tramonto in una spiaggia dell’ adriatico, mentre gli ultimi bagnanti teutonici fanno jogging, militarmente inquadrati in fila indiana e non vi degnano di uno sguardo…


- Sega con l’ausilio di una rivista pornografica e prolungate grida di eccitamento, alla maniera tirolese: ULLALLAIUUUUUU… una maggiorazione se al vostro richiamo risponde Heidi, ancora in minore età…


- Sega con ammiccamento ad una giovane  ragazza, indicando con la mano libera l’oggetto del vostro piacere…


- Sega multipla in compagnia degli amici del “Club della sega”, associazione del tutto ludica, rigorosamente senza scopo di lucro…


- Sega a passo di corsa, con cappello da alpino in testa, al suono della fanfara,  intonando con tono lussurioso “mi sun alpun me piase il segun”…


- Sega in autobus, nell’ora di punta…con l’aggravante di non timbrare il biglietto con la scusa che siete “in tutt’altre faccende affaccendato”…


- Sega alla guida di una vettura, con maggiorazione di sanzione se si supera il limite di 80 chilometri all’ora…


- Sega in bicicletta cantando a squarciagola “ La vispa Teresa avea tra l’erbetta a volo sorpresa gentil farfalletta"…


Infine, per dovere di cronista, ci corre l’obbligo di segnalarvi quello che si dice nei corridoi di Montecitorio: e cioè che la norma è stata varata su suggerimento del governo, per fare cassa.

 

Nei momenti di magra economica anche una sega può venire utile...

I vostri commenti...

Non ci sono ancora commenti per questo articolo...

Lascia un commento





Trascina per confermare!