Quotidiano Multimediale Interattivo di Satira politica e di costume. Registrazione Tribunale di Rimini N.4 del 20 maggio 2014. Direttore responsabile: Romano Garofalo - sabato 26 settembre 2020
Sommario
Animation Cartoon Collage

News

DONNE DU DU DU di Pietro Vanessi & Lucilla Masini

Sabato 26 novembre • ore 19, Pietro Vanessi & Lucilla Masini presentano: "Donne...

22 nov 2016 Leggi tutto >

Economicando

replica watches

19 nov 2016 Leggi tutto >

Satirichinson

  E' uscito il libro SATIRICHINSON di Mario Airaghi con la saga dei personaggi dalle...

14 nov 2016 Leggi tutto >

L'Italia in satira, dagli anni '70 ai giorni nostri - Roma - Luglio 2016

Per tutto il mese di Luglio si terrà presso la Biblioteca Marconi di...

23 giu 2016 Leggi tutto >

Concorso internazionale di satira disegnata a partecipazione gratuita.

Concorso internazionale di satira disegnata a partecipazione gratuita.  BANDO DI CONCORSO...

04 mag 2016 Leggi tutto >
Bem Calavera - Grafico, illustratore, web designer

La nonnina dei politici

Pubblicato martedì 03 maggio 2016 alle 19:32:16 - By Lorenzo Zaccaria

Mani...senza vergogna

 

Vignetta di Roberto Mangosi

 

Secondo la nonna prima di andare a tavola bisogna lavarsi le mani.


Ma non è l'unica a pensarlo. Questa lezione si è tramandata nei secoli a partire da Ponzio Pilato, che probabilmente seguiva le istruzioni della sua di nonna. Da allora ci laviamo le mani per levarci via ogni scrupolo e nascondere tutte le macchie. Così, tutti i corrotti, i mafiosi, i massoni e compagnia bella, appartenenti al mondo della politica, hanno dentro la loro testa una petulante nonnina che li rimprovera se non si sono ripuliti le mani prima di andare a legiferare (dove "mangiano").


- Hai eliminato ogni traccia di quelle mazzette?

- Sei stato attento a non farti intercettare?

- Hai comprato il suo silenzio?


Tutte affermazioni traducibili in "ti sei lavato le mani?" pronunciate nella mente di questi dall'anziana, che potremmo immaginarla come una piccola vecchierella con la mascella sporgente, il completo nero ed una rosa rossa nel taschino come se fosse uno strano incrocio tra il Marlon Brando de "Il Padrino" e la Befana.


Ora la povera vecchina deve aver terminato la sua vita poiché, secondo Piercamillo Davigo, nella testa dei politici non c'è più nessuna anziana comare che gli ricordi di nascondere la sporcizia; ma anzi, questi, come dei bambini fieri della sporcizia accumulata giocando in campetto, vanno fieri del loro fango.


Che questo sia detto da uno dei magistrati di Mani Pulite, celebre campagna di educazione all'igiene a Montecitorio, fa pensare che qualcosa sia andato storto. Non resta che sperare in qualche santo politico germofobico o almeno che lavori con i guanti.


Lorenzo Zaccaria

I vostri commenti...

Non ci sono ancora commenti per questo articolo...

Lascia un commento





Trascina per confermare!