Quotidiano Multimediale Interattivo di Satira politica e di costume. Registrazione Tribunale di Rimini N.4 del 20 maggio 2014. Direttore responsabile: Romano Garofalo - lunedì 19 novembre 2018
Sommario
Animation Cartoon Collage

News

DONNE DU DU DU di Pietro Vanessi & Lucilla Masini

Sabato 26 novembre • ore 19, Pietro Vanessi & Lucilla Masini presentano: "Donne...

22 nov 2016 Leggi tutto >

Satirichinson

  E' uscito il libro SATIRICHINSON di Mario Airaghi con la saga dei personaggi dalle...

14 nov 2016 Leggi tutto >

L'Italia in satira, dagli anni '70 ai giorni nostri - Roma - Luglio 2016

Per tutto il mese di Luglio si terrà presso la Biblioteca Marconi di...

23 giu 2016 Leggi tutto >

Concorso internazionale di satira disegnata a partecipazione gratuita.

Concorso internazionale di satira disegnata a partecipazione gratuita.  BANDO DI CONCORSO...

04 mag 2016 Leggi tutto >
Bem Calavera - Grafico, illustratore, web designer

O che gelida manina, se la lasci riscaldar. Ovvero:dialogo immaginario, assolutamente reale...

Pubblicato venerdì 19 ottobre 2018 alle 07:47:58 - By Marco Vuchich

 O che gelida manina, se la lasci riscaldar. Ovvero:dialogo immaginario, assolutamente reale...

 

Vignetta di Vukic

 


"Pronto Giggino?"

"Si, chi è?"

"Questo non importa, diciamo che sono un amico..."

"Ah, che bello, sei su facebook?"

"No, mo lascia perde i social per 5 minuti, volevo solo avvisarti che se ne sono accorti..."

"Accorti di che?"

"Di quella cosuccia sul condono in quella ciofeca di dl "dignità" che avete scritto te, Matteo, Pippo, Pluto, la banda bassotti, Bugs Bunny e il sosia di quel ministro delle finanze sai..."

"Dici che hanno capito che è un colpo di spugna su riciclaggio e reati tributari?"

"Me sa de si, so' tutti avvelenati..."

"Oh cazzo, e mo'? Io dovevo pure andare da Vespa, e che me invento?"

"E improvvisa Giggè, tanto la faccia da culo ce l'hai già, digli che mentre andavi agli studi, una figura vestita di nero -mentre pensavi al tuo profilo migliore- t'ha scambiato i fogli, digli che con la coda dell'occhio hai visto una manina che si allontanava nella notte con il tuo amato dl, poi da Vespa fatte mette la musica della pantera rosa in sottofondo, minaccia denunce a destra e a manca, grida "scandalo" insomma Gì, alza la caciara, e poi vedi tu ao', qui non è che posso fare tutto io eh!..."

"Beh si, ma tu, chi sei?"

"Uno che non esiste, uno come Conte, Tria, Ciccio di nonna papera, la voce della tua coscienza..."

"Oh, ma grazie eh, davvero..."

"Ma de che, figurati, se uno può dare una mano a un poveraccio in difficoltà..."

"Ma, e se va male?"

"Torni a vende le patatine al San Paolo, male che vada c'hai qualcosa da magnatte no? Per non parlare delle sorpresine. Ma sta tranquillo, peggio di così non è possibile..."

"Quindi al peggio c'è fine?"

"No, finché ce state voi in giro, ma ricordati che per far dimenticare una figura di merda la cosa migliore è farne subito un'altra.."

"E se non ci riesco?"

"Ce riesci ce riesci, credimi..."

"Sei un amico. Ora ti saluto che c'ho la diretta"

"In bocca al lupo Giggè e ricordati che il tuo profilo migliore è quello destro..."


Ieri mi stropicciavo gli occhi, ero in quella fase in cui passi dalla veglia al sonno e senti le voci metalliche e tutto ti pare possibile, anche l'impensabile, persino la più grande figura di merda mai vista nella storia della repubblica e credo, della televisione italiana. E così scopriamo due cose nuove: la prima è che il Giggino nazionale recita molto peggio di come fa politica, e ce ne vuole, la seconda me la sono scordata perché avevo sonno e sono andato a letto sperando di svegliarmi in un paese normale. Sogni. Pensavi

 

Testo di Alessandro Hobbs Niccolai

I vostri commenti...

Non ci sono ancora commenti per questo articolo...

Lascia un commento





Trascina per confermare!