Quotidiano Multimediale Interattivo di Satira politica e di costume. Registrazione Tribunale di Rimini N.4 del 20 maggio 2014. Direttore responsabile: Romano Garofalo - domenica 16 dicembre 2018
Sommario
Animation Cartoon Collage

News

DONNE DU DU DU di Pietro Vanessi & Lucilla Masini

Sabato 26 novembre • ore 19, Pietro Vanessi & Lucilla Masini presentano: "Donne...

22 nov 2016 Leggi tutto >

Satirichinson

  E' uscito il libro SATIRICHINSON di Mario Airaghi con la saga dei personaggi dalle...

14 nov 2016 Leggi tutto >

L'Italia in satira, dagli anni '70 ai giorni nostri - Roma - Luglio 2016

Per tutto il mese di Luglio si terrà presso la Biblioteca Marconi di...

23 giu 2016 Leggi tutto >

Concorso internazionale di satira disegnata a partecipazione gratuita.

Concorso internazionale di satira disegnata a partecipazione gratuita.  BANDO DI CONCORSO...

04 mag 2016 Leggi tutto >
Bem Calavera - Grafico, illustratore, web designer

L’agguato. Ovvero “c’è un congiuntivo per te”…

Pubblicato lunedì 22 gennaio 2018 alle 08:35:23 - By Ignazio Piscitelli

 L’agguato. Ovvero “c’è un congiuntivo per te”…

 

Vignetta di Ignazio Piscitelli

 

Giorni fa abbiamo registrato l’endorsement della cantante Orietta Berti a favore di Luigi di Maio.


Ha affermato la Berti: "Non è importante l'età ma che sappia fare ciò che deve... Un suo difetto? Penso che sia troppo bello. Quando una persona è troppo bella poi non è tanto credibile quando parla. Io l'ho visto di persona, ha dei bellissimi lineamenti e delle belle mani, poi l'abbronzatura non ne parliamo. Di Maio è scuro così di suo, è naturale, sembra un mulatto".


A questa affermazioni prima c’è stato il commento di Salvini che ha sentenziato  “fuori i mezzosangue dal nostro paese...Prima gli italiani"…


Poi è intervenuta Maria De Filippi con il noto programma “ C’è posta per te”, orchestrando un vero e proprio agguato al deputato Cinquestelle...


Insomma, Giggino, forse a qualcuno sta proprio sulle balle…anche se il nostro si sta difendendo "da par suo" dalle insidie della lingua italiana proponendo l'abolizione di ben 400 regole grammaticali...

 

 

 

I vostri commenti...

Non ci sono ancora commenti per questo articolo...

Lascia un commento





Trascina per confermare!