Quotidiano Multimediale Interattivo di Satira politica e di costume. Registrazione Tribunale di Rimini N.4 del 20 maggio 2014. Direttore responsabile: Romano Garofalo - giovedì 28 gennaio 2021
Sommario
Animation Cartoon Collage

News

DONNE DU DU DU di Pietro Vanessi & Lucilla Masini

Sabato 26 novembre • ore 19, Pietro Vanessi & Lucilla Masini presentano: "Donne...

22 nov 2016 Leggi tutto >

Economicando

replica watches

19 nov 2016 Leggi tutto >

Satirichinson

  E' uscito il libro SATIRICHINSON di Mario Airaghi con la saga dei personaggi dalle...

14 nov 2016 Leggi tutto >

L'Italia in satira, dagli anni '70 ai giorni nostri - Roma - Luglio 2016

Per tutto il mese di Luglio si terrà presso la Biblioteca Marconi di...

23 giu 2016 Leggi tutto >

Concorso internazionale di satira disegnata a partecipazione gratuita.

Concorso internazionale di satira disegnata a partecipazione gratuita.  BANDO DI CONCORSO...

04 mag 2016 Leggi tutto >
Bem Calavera - Grafico, illustratore, web designer

“Il Mondo in una Vignetta” Di Franco Stivali: Matteo Renzi, ovvero come fare contento il nostro Premier…

Pubblicato mercoledì 03 dicembre 2014 alle 00:10:02 - By Franco Stivali

 

satira renzi

 

Sta avvenendo nel paese una grande operazione di democrazia: le tasse stanno rendendo la classe media “egualmente povera”. Invece della redistribuzione della ricchezza, abbiamo una altrettanta distribuzione, ma della povertà. E allora? Che si fa?


Vi rifugiate nei soliti proverbi popolari, del tipo “mal comune, mezzo gaudio”, anche se sembra un proverbio un po’ pirla perché non risolve certamente i problemi della quotidianità che ci angustiano.


Oppure giocate di immaginazione. Addormentatevi pensando di vivere nell’età dell’oro, quando la terra dava i suoi frutti senza bisogno di lavorarla, quando gli alberi offrivano spontaneamente i propri doni, quando i pesci correvano allegramente nella padella, i ristoranti erano pieni, come diceva il buon Silvio e, soprattutto, prima di uscire nessuno vi chiedeva di pagare il conto. Quando la burocrazia non vi angustiava, e le tasse nell’età dell’oro non esistevano: Equitalia era un futuro sgradevole e sconosciuto.


…e quando vi svegliate, accendete la TV, e vedete il nostro immaginifico Premier che vi sussurra suadente: ho avuto un “grande sogno” per tutti gli italiani... credetegli, non vi costa niente: lo farete felice…

 

(r. g.)

I vostri commenti...

Postato da Il Pelide :: giovedì, 11 dicembre 2014 - 10:12:30

Infatti in Spagna si dice: mal comun consuelo de tontos.

Rispondi al commento >

Lascia un commento





Trascina per confermare!