Quotidiano Multimediale Interattivo di Satira politica e di costume. Registrazione Tribunale di Rimini N.4 del 20 maggio 2014. Direttore responsabile: Romano Garofalo - venerdì 10 aprile 2020
Sommario
Animation Cartoon Collage

News

DONNE DU DU DU di Pietro Vanessi & Lucilla Masini

Sabato 26 novembre • ore 19, Pietro Vanessi & Lucilla Masini presentano: "Donne...

22 nov 2016 Leggi tutto >

Economicando

replica watches

19 nov 2016 Leggi tutto >

Satirichinson

  E' uscito il libro SATIRICHINSON di Mario Airaghi con la saga dei personaggi dalle...

14 nov 2016 Leggi tutto >

L'Italia in satira, dagli anni '70 ai giorni nostri - Roma - Luglio 2016

Per tutto il mese di Luglio si terrà presso la Biblioteca Marconi di...

23 giu 2016 Leggi tutto >

Concorso internazionale di satira disegnata a partecipazione gratuita.

Concorso internazionale di satira disegnata a partecipazione gratuita.  BANDO DI CONCORSO...

04 mag 2016 Leggi tutto >
Bem Calavera - Grafico, illustratore, web designer

“Il Mondo in una Vignetta” di Giulio Laurenzi: Silvio Berlusconi e Matteo Renzi, ovvero “il trionfo dell’amore”…

Pubblicato lunedì 26 gennaio 2015 alle 17:41:30 - By Giulio Laurenzi

 

satira politica

 

Gli amorosi sensi che intercorrono tra Silvio Berlusconi e Matteo Renzi sono ormai di pubblico dominio.


Molti dicono che sia un matrimonio d’interesse, altri si chiedono cosa c’è “dentro” il Patto del Nazareno, cosa ci guadagna l’uno, cosa ci guadagna l’altro…


Nessuno sembra chiedersi se un patto segreto tra tre, quattro persone, che si riuniscono per decidere le sorti del paese, cioè di tutti noi, sia compatibile con la democrazia.


Non se lo chiede l’uomo comune che, peraltro, non ha potere, non se lo chiede la stampa che, invece, un potere ce l’ha e, soprattutto, non se lo chiede la magistratura.


Tutti buoni e zitti per non disturbare il manovratore. Se vogliamo, tra qualche anno, si scoprirà che tutto ciò non rientra in un sistema democratico, e neppure oligarchico che, quantomeno, demanda il potere ad una cerchia allargata di persone, ma piuttosto ricorda “la banda del buco” dei film di Totò.


Ma che paese singolare è il nostro, dove inquisiti e condannati siedono in parlamento, dove i media danno continuamente spazio e visibilità a personaggi che, forse, dovrebbero avere spazio e visibilità nelle patrie galere, dove pochi personaggi si riuniscono nelle segrete stanze e decidono il futuro del paese, senza divulgare ad alcuno il contenuto delle loro decisioni?...


Ma gli amorosi sensi, anche se sanno molto di inciucio, continuano… L’IMPORTANTE È CHE L’AMORE TRIONFI, SEMPRE E COMUNQUE…

 

(r. g.)

I vostri commenti...

Non ci sono ancora commenti per questo articolo...

Lascia un commento





Trascina per confermare!