Quotidiano Multimediale Interattivo di Satira politica e di costume. Registrazione Tribunale di Rimini N.4 del 20 maggio 2014. Direttore responsabile: Romano Garofalo - sabato 23 gennaio 2021
Sommario
Animation Cartoon Collage

News

DONNE DU DU DU di Pietro Vanessi & Lucilla Masini

Sabato 26 novembre • ore 19, Pietro Vanessi & Lucilla Masini presentano: "Donne...

22 nov 2016 Leggi tutto >

Economicando

replica watches

19 nov 2016 Leggi tutto >

Satirichinson

  E' uscito il libro SATIRICHINSON di Mario Airaghi con la saga dei personaggi dalle...

14 nov 2016 Leggi tutto >

L'Italia in satira, dagli anni '70 ai giorni nostri - Roma - Luglio 2016

Per tutto il mese di Luglio si terrà presso la Biblioteca Marconi di...

23 giu 2016 Leggi tutto >

Concorso internazionale di satira disegnata a partecipazione gratuita.

Concorso internazionale di satira disegnata a partecipazione gratuita.  BANDO DI CONCORSO...

04 mag 2016 Leggi tutto >
Bem Calavera - Grafico, illustratore, web designer

“Il Mondo in una Vignetta” di Ignazio Piscitelli: Storiella natalizia…

Pubblicato lunedì 22 dicembre 2014 alle 15:08:44 - By Ignazio Piscitelli

satira natale

 

Certo che la faccenda dello Spirito Santo che ha messo incinta Maria deve essere stata dura da digerire da parte di Giuseppe, uomo semplice e dabbene, e forse anche un po’ credulone, ma che comunque qualche perplessità deve avercela avuta. 


«Sai, Maria, te lo devo proprio dire: ancora non ci siamo sposati e tu mi sembri un po’ incinta…»


«È vero, Giuseppe… è stato lo Spirito Santo» deve aver risposto candidamente la Vergine Maria «me lo ha comunicato, proprio ieri, l’arcangelo Gabriele…»


Eh sì, qualche dubbio Giuseppe ce lo deve aver avuto, secondo quanto, peraltro, riferisce anche il Vangelo di Matteo. Ma lasciamo il sacro evento alla interpretazione della Chiesa e al doveroso rispetto che si deve alla religione cristiana e ai suoi fedeli e, per capire quanto grande deve essere stata la fede e l’accettazione del buon Giuseppe, proviamo a immaginare che una cosa del genere possa capitare a voi e alla vostra ragazza che, tanto per fare un nome a caso, chiamiamo Giovanna.


«Mi hai sempre ripetuto “non te la do” se non dopo il matrimonio… sai, io sono una ragazza all’antica… e ora mi dici che hai fatto il test di gravidanza e stai per avere un bambino? Ma di chi cazzo sarebbe questo bambino?» Pasquale, il fidanzato di Giovanna, comincia ad alterarsi alquanto…


«È stato lo Spirito Santo, Pasquale: me lo ha annunciato due giorni fa, tramite un Tweet, il portavoce delle gerarchie celesti, Don Gabriele.» 


«Don Gabriele? E chi sarebbe questo Don Gabriele, un mammasantissima del Paradiso?» prova a scherzare, un po’ acido, Pasquale «Dai Giovanna, ti sei fatta scopare da un altro, ma almeno cerca di non prendermi per il culo.»


«Sì, Pasquale» insiste con naturalezza Giovanna «Gabriele mi ha detto che avrò un bambino, che sarà il figlio di Dio, e scenderà sulla terra per redimere i peccati del mondo.»


Pasquale, che è un meridionale ed ha un’atavica avversione per le corna, vorrebbe replicare, ma di fronte alla ferma determinazione di Giovanna se ne va sbattendo violentemente la porta e farfugliando tra sé alcune parole, decisamente poco eleganti: «Brutta t…, brutta t…, brutta t…».


Ma non si sa per chi, non si sa per come, la notizia di Giovanna e lo Spirto Santo fa, in breve, il giro del pianeta. Appare un post in una pagina Facebook, ne parlano i giornali, interviene anche la Tv, Bruno Vespa invita Giovanna a Porta a Porta, subito seguito da tutti i talk show. Tutti vogliono sapere come è avvenuto il fatto. Come spesso succede l’opinione pubblica si divide e nascono due fazioni contrapposte. Chi ci crede fino al limite di una profana devozione e chi invece pensa sia una grande bufala per far soldi.


Giovanna diviene quasi una star, il suo agente stipula un accordo con De Laurentiis per la realizzazione di un film, mentre Barbara D’Urso acquista i diritti televisivi per far nascere il bambino in diretta Tv. Infine si arriva al lieto evento: nasce un bel bambino di tre chili e duecento grammi, già vispo e paffutello, due grandi occhi spalancati e attenti verso quel mondo che lo attende con grande curiosità… NERO!!


I due opposti schieramenti riprendono a dividersi: chi dice che lo Spirito Santo sia bianco, chi dice che sia nero…

 

(r. g.)

 

I vostri commenti...

Non ci sono ancora commenti per questo articolo...

Lascia un commento





Trascina per confermare!