Quotidiano Multimediale Interattivo di Satira politica e di costume. Registrazione Tribunale di Rimini N.4 del 20 maggio 2014. Direttore responsabile: Romano Garofalo - mercoledì 11 dicembre 2019
Sommario
Animation Cartoon Collage

News

DONNE DU DU DU di Pietro Vanessi & Lucilla Masini

Sabato 26 novembre • ore 19, Pietro Vanessi & Lucilla Masini presentano: "Donne...

22 nov 2016 Leggi tutto >

Economicando

replica watches

19 nov 2016 Leggi tutto >

Satirichinson

  E' uscito il libro SATIRICHINSON di Mario Airaghi con la saga dei personaggi dalle...

14 nov 2016 Leggi tutto >

L'Italia in satira, dagli anni '70 ai giorni nostri - Roma - Luglio 2016

Per tutto il mese di Luglio si terrà presso la Biblioteca Marconi di...

23 giu 2016 Leggi tutto >

Concorso internazionale di satira disegnata a partecipazione gratuita.

Concorso internazionale di satira disegnata a partecipazione gratuita.  BANDO DI CONCORSO...

04 mag 2016 Leggi tutto >
Bem Calavera - Grafico, illustratore, web designer

Questo matrimonio non s’ha da fare

Pubblicato venerdì 31 gennaio 2014 alle 11:54:24 - By Romano Garofalo

 

Vignetta di Kurt

 

Questo matrimonio non s’ha da fare: così, mutuando i “Bravi” di Don Rodrigo, di manzoniana memoria, molti PD pensano dell’innaturale matrimonio tra Matteo Renzi e Silvio Berlusconi. Niente paura, al massimo il Cavaliere il buon Matteo se lo prende come “amante”, pronto a scaricarlo quando non soddisfa più le sue voglie. Così si fa, normalmente, con le amanti e Berlusconi ne ha già da lungo tempo gran consuetudine, a cominciare dal più illustre dei suoi “amanti politici”, quel Massimo D’Alema prima blandito e poi rapidamente ripudiato al tempo della famigerata bicamerale.

 

Succederà la stessa cosa con il sindaco di Firenze? Per ora lo sta blandendo, anche troppo…in ogni caso alla sede del PD sono iniziati i riti scaramantici: i Renziani, perché la convivenza si trasformi in un saldo e duraturo matrimonio, i Bersaniani perché, consumata rapidamente l’insana passione, si torni alla normalità di quotidiani litigi tra avversi schieramenti. E in tutto questo, gli Italiani che c’entrano? Niente! Perché…nel teatrino della politica continuano a fare da “impotenti spettatori”.

 

Ora ci si sono messi pure i Grillini. Uno di loro, preso da giovanil furore, recentemente ha dato del “boia” al capo dello stato. Con la faccia che si ritrova, io, al posto del capo dello stato, non starei troppo tranquillo…specie se lo si vede circolare nei vicoli bui con un’ ascia in mano. Ma questo è un altro film…(r.g.)

I vostri commenti...

Non ci sono ancora commenti per questo articolo...

Lascia un commento





Trascina per confermare!