Italian Comics Logo
Quotidiano Multimediale Interattivo di Satira politica e di costume. Registrazione Tribunale di Rimini N.4 del 20 maggio 2014. Direttore responsabile: Romano Garofalo - martedì 23 gennaio 2018
Sommario
Animation Cartoon Collage

News

DONNE DU DU DU di Pietro Vanessi & Lucilla Masini

Sabato 26 novembre • ore 19, Pietro Vanessi & Lucilla Masini presentano: "Donne...

22 nov 2016 Leggi tutto >

Satirichinson

  E' uscito il libro SATIRICHINSON di Mario Airaghi con la saga dei personaggi dalle...

14 nov 2016 Leggi tutto >

L'Italia in satira, dagli anni '70 ai giorni nostri - Roma - Luglio 2016

Per tutto il mese di Luglio si terrà presso la Biblioteca Marconi di...

23 giu 2016 Leggi tutto >

Concorso internazionale di satira disegnata a partecipazione gratuita.

Concorso internazionale di satira disegnata a partecipazione gratuita.  BANDO DI CONCORSO...

04 mag 2016 Leggi tutto >
Bem Calavera - Grafico, illustratore, web designer

Rapporto di Coppia

Articoli


Come si cambia…

Pubblicato lunedì 13 ottobre 2014 alle 09:04:10


Ciascuna di noi ha in sé i germi dell’ex. È un destino inevitabile per chiunque. All’inizio, sembra tutto meraviglioso: ma non lo è.  E dovremmo saperlo bene, perché nonostante le classiche fette di salame che ricoprono fin dalla nascita i nostri occhi, c’è un meraviglioso sistema d’allarme interno che funziona perfettamente ed è a prova di stronzo: l’istinto primordiale di sopravvivenza.

Solo che, invece di assecondarlo e di identificare immediatamente i primi segnali di “ALLARME ROSSO, PIRLA IN AVVICINAMENTO”, ci guardiamo bene dall’ascoltare quella vocina che grida disperata, tanta è la speranza (vana) di redimere il vostro futuro ex-compagno.

Sapete qual è la vera differenza tra un uomo e una donna? È che fin da subito, anche se si è innamorati da poco tempo e la passione ci travolge come un’onda anomala, trascinandoci su candide spiagge di beatitudine, la femmina pensa: “Speriamo che prima o poi cambi”, mentre il maschio pensa: “Speriamo che non cambi mai”. Ecco il vero motivo per cui alla fine le coppie scoppiano.
E questa è la pietra angolare attorno a cui vanno costruite le fondamenta dei nostri rapporti. Se ci atterremo a questo semplice sillogismo, andremo incontro a meno delusioni del previsto. Quindi, se all’inizio della convivenza il nostro compagno d’avventura un giorno si avvicina e con fare minaccioso ci dice: “Cosa ci fanno questi piatti sporchi nel lavello della cucina? Non lo sai che si forma il calcare?”, non prendiamocela con lui, ma con noi stesse, perché da qualche parte, in un momento collocato al principio della relazione, questa sua attitudine alla pignoleria si era sicuramente già manifestata. E noi dovevamo semplicemente darcela a gambe.

Ma non abbiamo voluto cogliere il segnale d’allarme.

Certo che anche noi rappresentanti del sesso femminile a volte abbiamo delle esigenze eccessive. Ci innamoriamo del manovratore di gru per quel suo aspetto maschio e rude e poi pretendiamo di trasformarlo in un clone di Alessandro Baricco; ci fidanziamo con il fantasioso creativo pubblicitario, tutto marketing oriented, per poi farlo diventare un serio commercialista in grado di gestire i conti di casa manco fosse un sottosegretario al bilancio; sbaviamo per l’impiegato di banca tutto casa e sportello ma poi vogliamo farne un testosteronico biker in groppa alla sua Harley Davidson. Della serie, mai contente.

Del resto, anche gli uomini sono convinti di accoppiarsi con delle misteriose e affascinanti Greta Garbo e poi si ritrovano con la sora Lella. Non è colpa delle donne, però, se sono costrette a lavorare, crescere figli, stare dietro alla casa, cucinare, tenere i conti, andare a pagare le bollette, pulire dove neanche un filippino si azzarderebbe, lavare, stirare, fare la spesa con i pargoli appresso, finché la sera, l’unica cosa con cui desiderano andare a letto è una pillola per il mal di testa. Per un uomo, il solo fatto di avere un’occupazione più o meno stabile lo esenta da qualsiasi altro impegno familiare. Fateci caso: secondo il loro parere imparziale, i maschi lavorano più delle loro compagne, sono mediamente sempre più stanchi, inoltre guadagnano di più e di conseguenza prendono le decisioni più importanti; poi, quando si ammalano, stanno sempre peggio delle mogli (anche per un banale raffreddore, che riescono a trasformare nei sintomi dell’influenza aviaria).

Alessandra Pelegatta

0 commenti

Il Triangolo: Banderas, Melanie e l’altra…

Pubblicato sabato 14 giugno 2014 alle 13:12:42

Vignetta di Roberto Mangosi Dopo l’amore di Antonio e Cleopatra dall’infausto destino, dopo Paolo e Francesca di dantesca memoria, dopo gli amanti tragici shakespeariani, Otello e Desdemona, ecco finalmente un nuovo contrastato amore che ebbe, al contrario, un esito felice. Dopo un vero e proprio ultimatum della gallina “o me o lei…”, Banderas si...


Leggi tutto e guarda la striscia ->
0 commenti

Gli uomini sono tutti poeti perché si esprimono in versi, soprattutto di notte quando dormono

Pubblicato mercoledì 21 maggio 2014 alle 20:57:18

Se dormite, lui vi sveglia. Se siete sveglie, vi impedisce di addormentarvi. E così, non c’è rimedio al suo russare, a quel rantolo fastidioso e irritante, a quegli sbuffi da locomotiva dell’800, a quei fischi e a quei ronzii al cui confronto, una zanzara d’estate sembra una tisana rilassante. Lui non vuole saperne di dormire sul divano perché...


Leggi tutto e guarda la striscia ->
0 commenti

Ogni tanto ripenso con nostalgia al giorno del mio matrimonio…

Pubblicato sabato 10 maggio 2014 alle 14:30:24

Ogni tanto ripenso con nostalgia al giorno del mio matrimonio. Il pranzo di nozze si è svolto nella tipica cascina fuori Milano, dove di solito il menù consiste - anche in estate inoltrata con 31 gradi all’ombra - in: ravioloni di carne con sugo di lepre; pasta all’uovo fatta in casa condita con panna, besciamella e funghi; brasato con polenta e gorgonzola;...


Leggi tutto e guarda la striscia ->
0 commenti

Pelo artistico

Pubblicato giovedì 24 aprile 2014 alle 19:13:03

L’altro giorno ero al parco e stavo gustandomi un gelato, quando la mia amica ha cominciato a parlare di depilazione al pube. All’inizio ho fatto finta di essere seriamente interessata, poi, man mano che raccontava la sua esperienza dall’estetista, ho cominciato a provare una certa curiosità morbosa al riguardo. Dunque, secondo la sua estetista, le donne ormai non...


Leggi tutto e guarda la striscia ->
1 commenti

L’amore mercenario: O Tempora, O Mores!…

Pubblicato domenica 30 marzo 2014 alle 12:21:29

Vignetta di Pierfrancesco Uva Chi non ricorda, o comunque, non ha mai sentito parlare di “Vacanze Romane”, il celebre film del 1953 interpretato da Gregory Peck e Audrey Hepburn? Nel film, una bella principessa arriva a Roma e, nella città eterna, incontra un affascinante giornalista. Tra i due, sullo sfondo del Colosseo, nasce una breve ma intensa storia...


Leggi tutto e guarda la striscia ->
0 commenti

Alessandra Mussolini: chi di spada ferisce, di spada perisce…

Pubblicato lunedì 17 marzo 2014 alle 12:26:33

I detti popolari assai spesso sono abbastanza banali e tutt’altro che massime di elevata saggezza, ma alle volte trovano un puntuale riscontro nella realtà di tutti i giorni. Alessandra Mussolini che, nel passato, aveva elegantemente teorizzato la “castrazione chimica” per la violenza contro le donne e i reati di prostituzione minorile, è ora chiamata ad...


Leggi tutto e guarda la striscia ->
0 commenti

Due cuori e una capanna…col mutuo…sigh

Pubblicato venerdì 14 febbraio 2014 alle 13:25:47

Eccoci qua, è arrivato il giorno di San Valentino e, come comunemente si dice, noi siamo “Un cuore solo”, oppure “due cuori e una capanna”, intendendo con ciò che l’amore prevale su tutto e tutti. A meno che non abbiate ancora finito di pagare il mutuo della capanna, a cui si aggiungono la bolletta del gas, della luce, del telefono,...


Leggi tutto e guarda la striscia ->
0 commenti

Lui, Lei e le… reciproche incomprensioni

Pubblicato domenica 02 febbraio 2014 alle 12:07:03

Vignetta di PV (Pietro Vanessi) I rapporti tra i sessi sono sempre stati complicati. Ci sono problemi a vivere “con”, ma non si può neppure vivere “senza”. Sicuramente l’uomo, per secoli la “specie dominante”, ha grandi responsabilità nel non essere riuscito (o non aver neppure provato) a stabilire un rapporto paritario,...


Leggi tutto e guarda la striscia ->
1 commenti

Questo matrimonio non s’ha da fare

Pubblicato venerdì 31 gennaio 2014 alle 11:54:24

Vignetta di Kurt Questo matrimonio non s’ha da fare: così, mutuando i “Bravi” di Don Rodrigo, di manzoniana memoria, molti PD pensano dell’innaturale matrimonio tra Matteo Renzi e Silvio Berlusconi. Niente paura, al massimo il Cavaliere il buon Matteo se lo prende come “amante”, pronto a scaricarlo quando non soddisfa più le sue voglie....


Leggi tutto e guarda la striscia ->
0 commenti
Pagina   0   1   2   3   4   5   6   7