Quotidiano Multimediale Interattivo di Satira politica e di costume. Registrazione Tribunale di Rimini N.4 del 20 maggio 2014. Direttore responsabile: Romano Garofalo - sabato 23 gennaio 2021
Sommario
Animation Cartoon Collage

News

DONNE DU DU DU di Pietro Vanessi & Lucilla Masini

Sabato 26 novembre • ore 19, Pietro Vanessi & Lucilla Masini presentano: "Donne...

22 nov 2016 Leggi tutto >

Economicando

replica watches

19 nov 2016 Leggi tutto >

Satirichinson

  E' uscito il libro SATIRICHINSON di Mario Airaghi con la saga dei personaggi dalle...

14 nov 2016 Leggi tutto >

L'Italia in satira, dagli anni '70 ai giorni nostri - Roma - Luglio 2016

Per tutto il mese di Luglio si terrà presso la Biblioteca Marconi di...

23 giu 2016 Leggi tutto >

Concorso internazionale di satira disegnata a partecipazione gratuita.

Concorso internazionale di satira disegnata a partecipazione gratuita.  BANDO DI CONCORSO...

04 mag 2016 Leggi tutto >
Bem Calavera - Grafico, illustratore, web designer

Attentato Monaco: il killer litiga con un uomo che fa il “Manovratore di Ruspe". Quando lo ha saputo Matteo Salvini, gli ha offerto la tessera onoraria della Lega Nord.

Pubblicato domenica 24 luglio 2016 alle 13:00:32 - By Antonio Silvestri

Attentato di Monaco...e ruspa

 

Vignetta di Tauro

 

Questo è il dialogo dal balcone tra l'Attentatore e il Manovratore di Ruspe di Monaco di Baviera. 


Uomo sul balcone: "Sei uno stronzo del cazzo, ecco cosa sei...".


Attentatore: "A causa vostra sono stato vittima di bullismo per sette anni...".


Uomo sul balcone: "Coglione. Sei un coglione".


Attentatore: "... e adesso devo comprare una pistola per spararvi".


Uomo sul balcone: "Una pistola! Vaffanculo! Dovrebbero tagliarti la testa, stronzo".


A questo punto l'attentatore e l'uomo sul balcone cominciano a urlare l'uno contro l'altro.

L'uomo sul balcone sembra rivolgersi alle persone che stanno riprendendo la scena in video e dice riferendosi all'attentatore: "Ha una pistola, il tipo ha una pistola".


Voce fuori campo: "Turchi del cazzo!".


Uomo sul balcone: "Straniero del cazzo".


L'uomo sul balcone si rivolge a qualcun altro: "Ehi! Quello ha una pistola! Ha caricato la sua pistola. Chiamate i poliziotti".


Attentatore: "Io sono tedesco".


Uomo sul balcone: "Tu sei un coglione, ecco cosa sei"
.

Attentatore: "Smettetela di filmare!".


Uomo sul balcone: "Tu sei un coglione. Che cazzo stai facendo?".


Attentatore: "Sì cosa, io sono nato qui".


Uomo sul balcone: "Sì e che cazzo credi di fare?".


Attentatore: "Io sono cresciuto qui nella zona della Hartz 4" (riferito al quartiere povero e abitato da percettori di sussidio pubblico, ndr).


L'uomo sul balcone e l'attentatore parlano allo stesso tempo.


Uomo sul balcone: "Sì, il trattamento é quello che fa per te".


Attentatore: "Io qui non ho fatto niente ... Per favore stai zittò.


Uomo sul balcone: "Sei un pezzo di merda".


Uomo sul balcone alle persone vicine: "Ehi, quello sta al piano superiore".
La persona con la videocamera corre al riparo quando l'attentatore comincia a sparare mentre l'uomo sul balcone dà del "pezzo di merda" all'attentatore.


Uomo sul balcone: "Scommetto che da tempo stanno cacando nella tua testa".


Attentatore: "No, ora non lo stanno facendo, non lo stanno facendo, questo é il punto. Non lo stanno facendo".


Poi questo "surreale"  dialogo  si interrompe. L'uomo sul balcone forse, in cuor suo, spera in una trionfale trasferta nella Padania, in sella alla sua Ruspa, contando anche sulla "affinità linguistica" con il leader del Carroccio, mentre l'attentatore, tutt'altro che convinto dalla raffinata dialettica dell'aspirante leghista, inizia la sua sparatoria...
 

I vostri commenti...

Non ci sono ancora commenti per questo articolo...

Lascia un commento





Trascina per confermare!