Quotidiano Multimediale Interattivo di Satira politica e di costume. Registrazione Tribunale di Rimini N.4 del 20 maggio 2014. Direttore responsabile: Romano Garofalo - lunedì 14 ottobre 2019
Sommario
Animation Cartoon Collage

News

DONNE DU DU DU di Pietro Vanessi & Lucilla Masini

Sabato 26 novembre • ore 19, Pietro Vanessi & Lucilla Masini presentano: "Donne...

22 nov 2016 Leggi tutto >

Satirichinson

  E' uscito il libro SATIRICHINSON di Mario Airaghi con la saga dei personaggi dalle...

14 nov 2016 Leggi tutto >

L'Italia in satira, dagli anni '70 ai giorni nostri - Roma - Luglio 2016

Per tutto il mese di Luglio si terrà presso la Biblioteca Marconi di...

23 giu 2016 Leggi tutto >

Concorso internazionale di satira disegnata a partecipazione gratuita.

Concorso internazionale di satira disegnata a partecipazione gratuita.  BANDO DI CONCORSO...

04 mag 2016 Leggi tutto >
Bem Calavera - Grafico, illustratore, web designer

Il rapporto del Consiglio d'Europa: Libertà di stampa a rischio in Italia.

Pubblicato giovedì 14 febbraio 2019 alle 08:01:22 - By Paride Puglia

Il rapporto del Consiglio d'Europa: Libertà di stampa a rischio in Italia.

 

Vignetta di Paride  Puglia

 

L'organismo europeo che si occupa di tutela dei diritti umani riferisce i risultati di un'indagine su diversi Paesi. 


 IL rapporto fa anche i nomi di chi ritiene responsabile del clima in Italia: Luigi Di Maio e Matteo Salvini. "I due vicepremier - si legge nel testo - esprimono regolarmente una retorica particolarmente ostile a media e giornalisti sui social".
 

E ancora, "tra le altre cose Salvini ha minacciato di togliere la scorta al giornalista Roberto Saviano, nonostante siano note le minacce di morte che ha ricevuto da parte delle organizzazioni criminali". Mentre "Di Maio ha insultato i giornalisti dopo il processo al sindaco di Roma, Virginia Raggi, e ha dato inizio a una politica per abolire i fondi pubblici alla stampa". 


Il che ha portato l'Italia ad essere "uno dei paesi col più alto numero di segnalazioni nel 2018" per attacchi e minacce a giornalisti: "Tredici, come in Russia".


Una situazione di "crescente violenza" contro la stampa che il Consiglio d'Europa definisce "particolarmente preoccupante". La situazione in Italia, peraltro, contribuisce a un clima di intimidazione e di rischio per l'incolumità dei giornalisti in tutto il continente che porta la libertà di stampa a una fragilità "mai riscontrata dalla fine della Guerra fredda".


Come si vede, è un giudizio molto severo, ma Giggino e Matteo, tra un tirassegno ai giornalisti e l’altro, respingono con sdegno  l’accusa del Consiglio d’Europa… 

I vostri commenti...

Non ci sono ancora commenti per questo articolo...

Lascia un commento





Trascina per confermare!