Quotidiano Multimediale Interattivo di Satira politica e di costume. Registrazione Tribunale di Rimini N.4 del 20 maggio 2014. Direttore responsabile: Romano Garofalo - giovedì 09 aprile 2020
Sommario
Animation Cartoon Collage

News

DONNE DU DU DU di Pietro Vanessi & Lucilla Masini

Sabato 26 novembre • ore 19, Pietro Vanessi & Lucilla Masini presentano: "Donne...

22 nov 2016 Leggi tutto >

Economicando

replica watches

19 nov 2016 Leggi tutto >

Satirichinson

  E' uscito il libro SATIRICHINSON di Mario Airaghi con la saga dei personaggi dalle...

14 nov 2016 Leggi tutto >

L'Italia in satira, dagli anni '70 ai giorni nostri - Roma - Luglio 2016

Per tutto il mese di Luglio si terrà presso la Biblioteca Marconi di...

23 giu 2016 Leggi tutto >

Concorso internazionale di satira disegnata a partecipazione gratuita.

Concorso internazionale di satira disegnata a partecipazione gratuita.  BANDO DI CONCORSO...

04 mag 2016 Leggi tutto >
Bem Calavera - Grafico, illustratore, web designer

La “Claque” del Sindacato Autonomo di Polizia “Sap”

Pubblicato sabato 03 maggio 2014 alle 14:02:14 - By Romano Garofalo

 

Se un privato cittadino critica una sentenza della magistratura, passata al vaglio del terzo grado di giudizio, compie un’azione che potrebbe anche essere discutibile ma che, comunque, rientra nei suoi diritti costituzionali. 
 
Ma se un sindacato di Polizia critica una medesima sentenza ed applaude, in segno di solidarietà, i condannati in via definitiva, responsabili del reato, compie un azione “ai limiti dell’eversione” che dovrebbe essere sanzionata con un intervento sia del Ministro degli Interni che del capo della Polizia. 
 
Invece, Angelino Alfano e il capo della Polizia Alessandro Pansa, al di là delle scontate e logore parole di solidarietà ai parenti della vittima, se ne sono lavate “pilatescamente” le mani, anzi, le mani hanno detto di averle letteralmente “legate”.
 
In ogni caso, per evitare che qualcuno, in futuro, in analoghe circostanze possa sollevare il problema ed invitare le istituzioni a reagire, sono nate diverse proposte di legge. Ad esempio ci è giunta voce, in attesa di conferma, che alcune menti eccelse della politica, come il senatore Carlo Giovanardi, abbiano proposto di trasformare l’applauso estemporaneo di un gruppo di agenti in un’azione organizzata di “claque” al servizio del cittadino, pronta ad intervenire quando la situazione lo richieda.
 
 
Il primo intervento sarà del tutto gratuito e a carico di un’ associazione denominata “Sostegno ai condannati in via definitiva”, presieduta dallo stesso Giovanardi, poi però le eventuali richieste di “repliche” prevedono un piccolo contributo economico.(r.g.)
 
Vignetta di Marco Vuchich
 
 

I vostri commenti...

Non ci sono ancora commenti per questo articolo...

Lascia un commento





Trascina per confermare!