Quotidiano Multimediale Interattivo di Satira politica e di costume. Registrazione Tribunale di Rimini N.4 del 20 maggio 2014. Direttore responsabile: Romano Garofalo - martedì 15 ottobre 2019
Sommario
Animation Cartoon Collage

News

DONNE DU DU DU di Pietro Vanessi & Lucilla Masini

Sabato 26 novembre • ore 19, Pietro Vanessi & Lucilla Masini presentano: "Donne...

22 nov 2016 Leggi tutto >

Satirichinson

  E' uscito il libro SATIRICHINSON di Mario Airaghi con la saga dei personaggi dalle...

14 nov 2016 Leggi tutto >

L'Italia in satira, dagli anni '70 ai giorni nostri - Roma - Luglio 2016

Per tutto il mese di Luglio si terrà presso la Biblioteca Marconi di...

23 giu 2016 Leggi tutto >

Concorso internazionale di satira disegnata a partecipazione gratuita.

Concorso internazionale di satira disegnata a partecipazione gratuita.  BANDO DI CONCORSO...

04 mag 2016 Leggi tutto >
Bem Calavera - Grafico, illustratore, web designer

Rinnovabile? No, grazie

Pubblicato venerdì 08 aprile 2016 alle 09:51:21 - By Nicola Luccarelli

Le energie rinnovabili..del petrolio

 

Vignetta di Kurt

 

Siamo tutti un po' rinnovabili, diciamocela tutta. Dal primo all' ultimo apprezziamo l' energia pulita, ci interessiamo all' ambiente e soprattutto alla salute dei nostri figli. Cosa c'è ne facciamo di quel petrolio brutto, nero e che inquina, bleah!


Il nostro sottosuolo è inquinato e sporco, più della camera di un adolescente (con tutto il rispetto per la camera). Però, guarda caso, tutti abbiamo la macchina, tutti abbiamo il gas, l' energia elettrica, l' acqua a go go, insomma ci piace vincere facile.


Da sempre i governanti di questo paese hanno mostrato una certa sensibilità verso queste energie pulite, ma visto che erano troppo pulite e non c'era modo di sporcarsi un po', hanno deciso di farci solo un pensierino, perché? Semplicemente perché, da bravi manager, sapevano che con le materie inquinanti si sarebbe potuto guadagnare di più.


L' eolico, il solare e che è? A che serve, non siamo mica nel terzo mondo, esistono le centrali nucleari. Eh certo, vuoi mettere la bellezza di quanto esplode, che bel fungo che produce? Uno spettacolo! Si potrebbe fare tanto con poco, ma come spesso accade si preferisce fare tanto per avere ancora di più! Perché si dovrebbe cambiare un piano così oliato?


Nicola Luccarelli

I vostri commenti...

Non ci sono ancora commenti per questo articolo...

Lascia un commento





Trascina per confermare!