Quotidiano Multimediale Interattivo di Satira politica e di costume. Registrazione Tribunale di Rimini N.4 del 20 maggio 2014. Direttore responsabile: Romano Garofalo - venerdì 10 aprile 2020
Sommario
Animation Cartoon Collage

News

DONNE DU DU DU di Pietro Vanessi & Lucilla Masini

Sabato 26 novembre • ore 19, Pietro Vanessi & Lucilla Masini presentano: "Donne...

22 nov 2016 Leggi tutto >

Economicando

replica watches

19 nov 2016 Leggi tutto >

Satirichinson

  E' uscito il libro SATIRICHINSON di Mario Airaghi con la saga dei personaggi dalle...

14 nov 2016 Leggi tutto >

L'Italia in satira, dagli anni '70 ai giorni nostri - Roma - Luglio 2016

Per tutto il mese di Luglio si terrà presso la Biblioteca Marconi di...

23 giu 2016 Leggi tutto >

Concorso internazionale di satira disegnata a partecipazione gratuita.

Concorso internazionale di satira disegnata a partecipazione gratuita.  BANDO DI CONCORSO...

04 mag 2016 Leggi tutto >
Bem Calavera - Grafico, illustratore, web designer

In attesa dei mondiali: siamo tutti pronti con i nostri riti scaramantici…

Pubblicato domenica 18 maggio 2014 alle 21:37:25 - By Vincenzo Di Michele

 

 

Il campionato è finito e la Iuve anche quest'anno si aggiudica il titolo addirittura girovagando sull'orbita dei cento punti. A distanza la segue la Roma e poi, ma molto più in basso: Napoli, Fiorentina e, via via, Inter, Milan, Torino e Lazio. Per quest'anno è andata così. 
 
Si volta pagina e si pensa subito al prossimo campionato e ai nuovi rinforzi.  In effetti, come al solito, il tifoso sempre fiducioso volta pagina sperando in un futuro migliore. Quindi gira le spalle all'andamento deludente in campionato della sua squadra e si lascia trascinare dalle promesse decantate nei giornali: pronto il riscatto del Milan con un forte difensore; in arrivo per la Lazio un forte attaccante; nuove trattative in casa Inter.  
 
Fermi tutti! C'eravamo dimenticati di un avvenimento importante che si svolge ogni quattro anni. Figurarsi, quest'anno poi è addirittura in Brasile. Sul giornale proprio stamane Prandelli, il Commissario Tecnico della Nazionale Italiana, ha diramato una prima lista di 31giocatori, per la partecipazione al mondiale 2014. Il codice etico può anche attendere; Nella lista c'è anche Chiellini. Ma come dargli torto? Chi spiegherà poi ai tifosi, in caso di eliminazione dell'Italia ai mondiali, la scelta dell'esclusione di Chiellini giustificata da motivi etici? Su via, il tifoso è oramai consolidato ai suoi riti, che cosa gli importerà mai del codice etico di autoregolamentazione istituito da Prandelli.
 
In realtà, il tifoso dimenticherà per un mese la sua squadra del cuore e i suoi calciatori e soprattutto - come gli accade agli appuntamenti televisivi in occasione delle partite di calcio ai mondiali - si immergerà totalmente nelle partite del mondiale e nei riti scaramantici. 
 
Così sarà anche per l'avvocato Alberto Stamillone, grande tifoso e meticoloso organizzatore di questi appuntamenti televisivi. Per la partita iniziale tutti convocati alla sua villa. Saranno presenti: la sorella e i figli, Andrea il commercialista, Paolo il giornalista e sua moglie, Giovanni il medico e sua sorella, Enrico lo scapolone e Giuseppe con la figlia. Giovanni porterà la solita bottiglia di vino, quella che gli porta il suocero dalle Marche e che spunta un po’ d'aceto. Andrea verrà vestito di bianco mentre Paolo dovrà arrivare a partita già iniziata con 5 minuti di ritardo. La moglie dell'organizzatore si occuperà dei fornelli e per tutto il primo tempo dovrà rimanere in cucina, tanto non è che le interessi più di tanto, ma deve pur stare al gioco per compiacere al resto della compagnia. Subentrerà nel secondo tempo quando la partita diventerà incandescente, ma dovrà astenersi da qualsiasi commento perché non ci capisce niente e soprattutto per volere di suo marito, rigorosamente scaramantico in codeste occasioni. 
 
Testo e sceneggiatura: Romano Garofalo    Disegno: Leone Cimpellin
 
Ovviamente le macchine dovranno essere tutte rigorosamente parcheggiate nel cortile avendo l'accortezza di non lasciare nessun veicolo sulla strada pubblica. Ugualmente per tutta la durata della partita i posti sono rigidamente stabiliti e per tutti - nessuno escluso -  è severamente imposto il divieto assoluto di andare in bagno. 
 
Un attimo di silenzio. Entrano le squadre in campo.
 
Ascoltiamo l'inno e poi .... alla prossima puntata vi racconterò come è andata la partita. 
 
 

I vostri commenti...

Non ci sono ancora commenti per questo articolo...

Lascia un commento





Trascina per confermare!