Quotidiano Multimediale Interattivo di Satira politica e di costume. Registrazione Tribunale di Rimini N.4 del 20 maggio 2014. Direttore responsabile: Romano Garofalo - martedì 28 giugno 2022
Sommario
Animation Cartoon Collage

News

DONNE DU DU DU di Pietro Vanessi & Lucilla Masini

Sabato 26 novembre • ore 19, Pietro Vanessi & Lucilla Masini presentano: "Donne...

22 nov 2016 Leggi tutto >

Economicando

replica watches

19 nov 2016 Leggi tutto >

Satirichinson

  E' uscito il libro SATIRICHINSON di Mario Airaghi con la saga dei personaggi dalle...

14 nov 2016 Leggi tutto >

L'Italia in satira, dagli anni '70 ai giorni nostri - Roma - Luglio 2016

Per tutto il mese di Luglio si terrà presso la Biblioteca Marconi di...

23 giu 2016 Leggi tutto >

Concorso internazionale di satira disegnata a partecipazione gratuita.

Concorso internazionale di satira disegnata a partecipazione gratuita.  BANDO DI CONCORSO...

04 mag 2016 Leggi tutto >
Bem Calavera - Grafico, illustratore, web designer

La TAV dell’Italia e tutte le sue possibili varianti…

Pubblicato lunedì 14 aprile 2014 alle 19:16:37 - By Romano Garofalo

 

 

Vignetta di Mario Airaghi

 

Da tempo esiste una feroce disputa pro e contro la TAV, cioè i treni ad alta velocità. C’è chi afferma che l’alta velocità va incontro alle necessità di spostamento delle persone e delle merci del terzo millennio, chi, al contrario, ritiene che ne viene fortemente danneggiato l’ambiente.


Confesso che non ho sufficienti conoscenze in materia per schierarmi da una parte o dall’altra. Però, questa disputa sull’alta velocità mi sembra una “buona metafora” della situazione che sta attraversando questo paese, da tempo “fermo” e che ora ha capito che deve dare una accelerazione se vuole stare al passo con i tempi.


Ma le accelerazioni possono essere di vario tipo: a volte positive, a volte un po’ meno…vediamo di analizzarle un po’…


- C’è l’accelerazione di Matteo Renzi che vuole dare una scossa alla politica italiana e risolvere antichi problemi: certamente positiva…


- C’è l’accelerazione di Mauro Moretti, l’AD delle Ferrovie dello Stato, che corre dietro al suo stipendio che teme gli venga fortemente ridotto: accelerazione un po’ meno nobile…


- C’è l’accelerazione di Marcello Dell’Utri che se l’è velocemente filata in Libano prima della sentenza di terzo grado che potrebbe condannarlo, in via definitiva, a sette anni di carcere. Questa è una accelerazione “pro domo sua”, ma certamente non va “secondo giustizia”.


- C’è l’accelerazione di una buona parte degli italiani che tenta di “arrivare a fine mese”. Accelerazione più che giusta, ma che non sempre va a buon fine perché non raggiunge il risultato di coprire tutti i costi del normale vivere di tutti i giorni.


Che ci dice, dunque, questa metafora?... Che ci siamo messi in movimento, ed è già qualcosa, ma, occhio…alla testa perché, come direbbe il buon Bersani: “Non tutte le capocciate poi sono in grado di farvi vedere le stelle del firmamento”. (r.g.)
 

I vostri commenti...

Non ci sono ancora commenti per questo articolo...

Lascia un commento





Trascina per confermare!