Quotidiano Multimediale Interattivo di Satira politica e di costume. Registrazione Tribunale di Rimini N.4 del 20 maggio 2014. Direttore responsabile: Romano Garofalo - domenica 19 settembre 2021
Sommario
Animation Cartoon Collage

News

DONNE DU DU DU di Pietro Vanessi & Lucilla Masini

Sabato 26 novembre • ore 19, Pietro Vanessi & Lucilla Masini presentano: "Donne...

22 nov 2016 Leggi tutto >

Economicando

replica watches

19 nov 2016 Leggi tutto >

Satirichinson

  E' uscito il libro SATIRICHINSON di Mario Airaghi con la saga dei personaggi dalle...

14 nov 2016 Leggi tutto >

L'Italia in satira, dagli anni '70 ai giorni nostri - Roma - Luglio 2016

Per tutto il mese di Luglio si terrà presso la Biblioteca Marconi di...

23 giu 2016 Leggi tutto >

Concorso internazionale di satira disegnata a partecipazione gratuita.

Concorso internazionale di satira disegnata a partecipazione gratuita.  BANDO DI CONCORSO...

04 mag 2016 Leggi tutto >
Bem Calavera - Grafico, illustratore, web designer

Costituzione non andare via

Pubblicato venerdì 03 giugno 2016 alle 16:02:40 - By Nicola Luccarelli

S.O.S Costituzione italiana...

 

Vignetta di Cecigian

 

Dio salvi la costituzione italiana o era la Regina? Beh, comunque in questo caso si salvi chi può, perché se le cose andranno come auspicato dal governo nel referendum di ottobre, saremo a un passo dal baratro. E nessuno si permetta di dire che il governo Renzi non abbia fatto nulla in questi due anni!


Ha fatto, ha fatto, non si sa cosa né quando e né perché, ma secondo l' opinione di questa maggioranza, le riforme hanno preso il largo (nel senso che si sono perse nell' infinito). L' ultima trovata del premier è la riforma della costituzione che prevederà l' abolizione del senato in primis (anche se il senato continuerà ad esistere), e tante altre cose che verranno abolite ma continueranno ad esistere.


Insomma, si cambia per non cambiare nulla, un po' come l' eliminazione delle province: ci sono ma è come se non ci fossero. Ai tempi di Berlusconi si promulgavano leggi ad personam, ora addirittura si cambia la Costituzione. I tempi cambiano, ma i furbi restano! Siamo di fronte a un cambiamento epocale, a una 'rottamazione' di persone e cose.


Ma sì, svecchiamo questa camera dei deputati. Un po' di bianco alle pareti, delle poltrone nuove, qualche cuscino a fiori, gli anziani fuori dalla porta...scusate, forse mi sono fatto prendere la mano, non era mia intenzione. Comunque la situazione è questa che ci piaccia oppure no! Il popolo è sempre l' ultimo a sapere le cose, e anche in questo caso non è stata fatta alcuna eccezione.


Nicola Luccarelli

I vostri commenti...

Non ci sono ancora commenti per questo articolo...

Lascia un commento





Trascina per confermare!