Quotidiano Multimediale Interattivo di Satira politica e di costume. Registrazione Tribunale di Rimini N.4 del 20 maggio 2014. Direttore responsabile: Romano Garofalo - venerdì 03 dicembre 2021
Sommario
Animation Cartoon Collage

News

DONNE DU DU DU di Pietro Vanessi & Lucilla Masini

Sabato 26 novembre • ore 19, Pietro Vanessi & Lucilla Masini presentano: "Donne...

22 nov 2016 Leggi tutto >

Economicando

replica watches

19 nov 2016 Leggi tutto >

Satirichinson

  E' uscito il libro SATIRICHINSON di Mario Airaghi con la saga dei personaggi dalle...

14 nov 2016 Leggi tutto >

L'Italia in satira, dagli anni '70 ai giorni nostri - Roma - Luglio 2016

Per tutto il mese di Luglio si terrà presso la Biblioteca Marconi di...

23 giu 2016 Leggi tutto >

Concorso internazionale di satira disegnata a partecipazione gratuita.

Concorso internazionale di satira disegnata a partecipazione gratuita.  BANDO DI CONCORSO...

04 mag 2016 Leggi tutto >
Bem Calavera - Grafico, illustratore, web designer

I tre santi…

Pubblicato mercoledì 07 settembre 2016 alle 08:33:09 - By Marco Vuchich

I tre santi...

 

Vignetta di Vukic

 

Dopo Madre Teresa di Calcutta, recentemente fatta santa da Papa Francesco, ecco che un altro santo è in predicato di assurgere agli onori degli altari: San Matteo di Firenze.


Ma anche in questo caso la Chiesa, sempre prudente in fatto di presunta santità, richiede due miracoli, certificati come la posta elettronica.


Di conseguenza il nostro futuro San Matteo ha pensato bene di analizzare un “caso di studio” di un altro personaggio in odore di Santità: San Beppe di Genova, che ha già compiuto il suo primo miracolo e si accinge a compiere il secondo.


- Infatti San Beppe ha preso un manipolo di quasi sfaccendati, disoccupati, spesso senza “arte ne parte” e, con una manciata di voti (gli amici del bar sotto casa, il bottegaio di fiducia, i compagni di calcetto ecc)  li ha catapultati nel Parlamento della Repubblica.


- Ed ora si accinge a compiere il suo secondo miracolo: trasformare in uno statista e futuro Presidente del Consiglio, uno studente universitario fuori corso, ex riparatore di computer, un tal Gigino di Maio (come ormai affettuosamente lo chiamano i suoi fans grillini…)


Confortato, pertanto, da siffatti illustri precedenti, sulle sacre orme di San Beppe, Matteo di Firenze si accinge a realizzare i suoi due miracoli:


- Vincere il Referendum per la modifica della Costituzione.


- Portare ad un segno positivo l’economia del nostro paese


Se vi riuscirà, San Matteo di Firenze otterrà certamente l’imprimatur ecclesiastico e potrà assurgere al Regno dei Cieli della politica italiana, ora et semper, nei decenni a venire…


E’ proprio vero: siamo un popolo di Santi, Poeti e Navigatori (con l’eccezione di qualche politico pirla, che però non fa primavera…magari fa solo un po’ incazzare…)

I vostri commenti...

Non ci sono ancora commenti per questo articolo...

Lascia un commento





Trascina per confermare!