Quotidiano Multimediale Interattivo di Satira politica e di costume. Registrazione Tribunale di Rimini N.4 del 20 maggio 2014. Direttore responsabile: Romano Garofalo - martedì 26 ottobre 2021
Sommario
Animation Cartoon Collage

News

DONNE DU DU DU di Pietro Vanessi & Lucilla Masini

Sabato 26 novembre • ore 19, Pietro Vanessi & Lucilla Masini presentano: "Donne...

22 nov 2016 Leggi tutto >

Economicando

replica watches

19 nov 2016 Leggi tutto >

Satirichinson

  E' uscito il libro SATIRICHINSON di Mario Airaghi con la saga dei personaggi dalle...

14 nov 2016 Leggi tutto >

L'Italia in satira, dagli anni '70 ai giorni nostri - Roma - Luglio 2016

Per tutto il mese di Luglio si terrà presso la Biblioteca Marconi di...

23 giu 2016 Leggi tutto >

Concorso internazionale di satira disegnata a partecipazione gratuita.

Concorso internazionale di satira disegnata a partecipazione gratuita.  BANDO DI CONCORSO...

04 mag 2016 Leggi tutto >
Bem Calavera - Grafico, illustratore, web designer

La “regressione infantile” del Premier…

Pubblicato giovedì 11 febbraio 2016 alle 17:10:12 - By Mario Airaghi

Matteo "batte i pugni sul tavolo"...

 

Vignetta di Mario Airaghi

 

Matteo Renzi, in questo momento, sta ”battendo i pugni sul tavolo” nei confronti della Comunità europea e, in particolare, della Cancelliera tedesca Angela Merkel, per ottenere maggiore flessibilità nella gestione dei conti pubblici.


Sembra che il Premier si ricordi di quando era bambino e, per attirare l’attenzione della mamma, picchiava ripetutamente i pugni sul ripiano del seggiolone, strepitava e si dimenava come, normalmente, fanno i piccoli bambini di tutto il mondo.


Ma la mamma di Matteo, sicuramente, era la ”classica mamma italiana”, sempre pronta e disponibile nei confronti dei pargoli… Angela, invece, è una mamma teutonica,  tenera e arrendevole come un sergente prussiano della grande armata di Kaiser Guglielmo…


Eppure il nostro Matteo ce l’ha messa “proprio tutta”: urla, strepiti, rumori di ogni tipo, accompagnati da atteggiamenti più arrendevoli, accattivanti, timidi sorrisini in cerca di consenso e approvazione, occhi lucidi e imploranti…ma niente da fare….


Tutto ciò che ha ottenuto, per ora, da parte dalla Merkel,è stato un regalo per l’imminente festività Pasquale: una bella scatola del “MONOPOLI”, il famoso gioco da tavolo, conosciuto in tutto il mondo, che permette d'intraprendere una intensa attività economica “virtuale", con la costruzione di case, alberghi e strutture varie, facendo crescere, in questo modo, il proprio patrimonio.


Basterà a sanare i conti pubblici del nostro paese?

 

Romano Garofalo

 

I vostri commenti...

Non ci sono ancora commenti per questo articolo...

Lascia un commento





Trascina per confermare!