Quotidiano Multimediale Interattivo di Satira politica e di costume. Registrazione Tribunale di Rimini N.4 del 20 maggio 2014. Direttore responsabile: Romano Garofalo - domenica 01 agosto 2021
Sommario
Animation Cartoon Collage

News

DONNE DU DU DU di Pietro Vanessi & Lucilla Masini

Sabato 26 novembre • ore 19, Pietro Vanessi & Lucilla Masini presentano: "Donne...

22 nov 2016 Leggi tutto >

Economicando

replica watches

19 nov 2016 Leggi tutto >

Satirichinson

  E' uscito il libro SATIRICHINSON di Mario Airaghi con la saga dei personaggi dalle...

14 nov 2016 Leggi tutto >

L'Italia in satira, dagli anni '70 ai giorni nostri - Roma - Luglio 2016

Per tutto il mese di Luglio si terrà presso la Biblioteca Marconi di...

23 giu 2016 Leggi tutto >

Concorso internazionale di satira disegnata a partecipazione gratuita.

Concorso internazionale di satira disegnata a partecipazione gratuita.  BANDO DI CONCORSO...

04 mag 2016 Leggi tutto >
Bem Calavera - Grafico, illustratore, web designer

Caso Regeni: un racconto giallo del dittatore Al Sisi.

Pubblicato mercoledì 30 marzo 2016 alle 19:53:22 - By Lorenzo Zaccaria

L'assassinio di Giulio Regeni

 

Vignetta di Roberto Mangosi

 

Il francese Auguste Dupin, l'inglese Sherlock Holmes, il belga Hercule Poirot, Miss Jane Marple, ed ancora, la scrittrice Jessica Fletcher, i due commissari Maigret e Montalbano, l'ispettore Derrick, il tenente Colombo e persino, crepi l'avarizia, Don Matteo.


Si potrebbe elencare una lista lunghissima con tutti gli astuti indagatori che abbiano calpestato i più svariati luoghi dove efferati delitti hanno poi trovato, grazie a loro, un colpevole. Non sarebbe difficile quindi calare tutti questi personaggi all'interno del caso del ricercatore italiano, Giulio Regeni, e farne una vera e propria storia.


Ad avere per primo questa idea è stato il governo del dittatore Al Sisi che per questo caso si è appunto inventato una storia:dei rapitori che non derubano di un solo soldo la vittima ma al contempo la torturano barbaricamente per non si sa quale motivo ed in più si tengono, probabilmente per ricordo, i documenti dello sfortunato.


Una storia come questa verrebbe derisa dagli autori di racconti gialli, padri dei personaggi sopra elencati, poiché è una storia veramente poco plausibile e questo porterebbe Arthur Conan Doyle o Andrea Camilleri a sconsigliare ad Al Sisi una carriera come giallista.


Immaginiamoci ora Matteo Renzi come il critico letterario che si trova nella difficile situazione di dover recensire il racconto in questione.
Purtroppo però il caso Regeni non è una storia ma tragica realtà mentre la tragica realtà del governo egiziano è soltanto una storia.


Ora non resta che vedere se il governo italiano si limiterà a recensire la storia o insisterà, con polso, ad ottenere la tragica, celata, realtà.


Lorenzo Zaccaria

 

 

Vignetta di Mario Airaghi

 

 

 

 

 

I vostri commenti...

Non ci sono ancora commenti per questo articolo...

Lascia un commento





Trascina per confermare!