Quotidiano Multimediale Interattivo di Satira politica e di costume. Registrazione Tribunale di Rimini N.4 del 20 maggio 2014. Direttore responsabile: Romano Garofalo - martedì 09 agosto 2022
Sommario
Animation Cartoon Collage

News

DONNE DU DU DU di Pietro Vanessi & Lucilla Masini

Sabato 26 novembre • ore 19, Pietro Vanessi & Lucilla Masini presentano: "Donne...

22 nov 2016 Leggi tutto >

Economicando

replica watches

19 nov 2016 Leggi tutto >

Satirichinson

  E' uscito il libro SATIRICHINSON di Mario Airaghi con la saga dei personaggi dalle...

14 nov 2016 Leggi tutto >

L'Italia in satira, dagli anni '70 ai giorni nostri - Roma - Luglio 2016

Per tutto il mese di Luglio si terrà presso la Biblioteca Marconi di...

23 giu 2016 Leggi tutto >

Concorso internazionale di satira disegnata a partecipazione gratuita.

Concorso internazionale di satira disegnata a partecipazione gratuita.  BANDO DI CONCORSO...

04 mag 2016 Leggi tutto >
Bem Calavera - Grafico, illustratore, web designer

N 16 Proposta Progetto cinematografico “ IL Barone Von Strip

Pubblicato martedì 12 aprile 2022 alle 14:13:57 - By Romano Garofalo

Il Film con “attori reali”

“Il Barone Von Strip”

 

( questo personaggio prevede in alternativa: 

 un  lungometraggio in completa animazione 3D,

o Live-action)

 

 

 

 

(tratto dal relativo fumetto)

Target: per tutti. Durata: 90 minuti

Clicca:

VIDEO    PRESENTAZIONE    SOGGETTO

 

Sinossi

Da sempre padri e figli si trovano in contrasto. Tuttavia, sia gli uni che gli altri mantengono il dissidio entro limiti "socialmente tollerabili".

 

Rit, Rut e Rot, i tre figli del Barone Von Strip, hanno varcato il fosso: loro vogliono "far fuori" il genitore per succedergli al potere.

 

Ma Von Strip, tirannico feudatario della fine del XIV secolo, ha anche lui varcato il limite del lecito e stabilisce per i pargoli giri di ruota, frusta, e simili amenità.

 

Intorno a questi protagonisti ruotano una serie di personaggi comprimari: Karlotta la madre dei tre monelli, Attila il boia , soddisfatto come non mai del proprio lavoro,

 

Abelardo il frate confessore, l’infido consigliere Liborio , Bruto il contestatore del potere del barone, il giullare che, a dispetto della sua professione, è perennemente triste ecc

 

Questa situazione che si svolge in chiave comica e affatto cruenta è presa a pretesto per mettere a fuoco  il conflitto generazionale tra padri e figli che va al di là degli esilaranti problemi familiari del Barone Von Strip e del suo tempo, e che potrebbe applicarsi, ovviamente sotto altra veste, anche ai tempi nostri.

 

 

I Protagonisti, nel dettaglio:

 

 

Karlotta, la moglie. Karlotta, la moglie del Barone Von Strip, è un donnone, è il caso di dirlo, tutto d’un pezzo che dirige la casa con fiero cipiglio, degna sposa dell’autoritario consorte. Tuttavia anche Karlotta è pur sempre una mamma e se nei rapporti con gli altri ha sempre il suo energico tratto, nei confronti di Rit Rut e Rot si dimostra assai condiscendente al punto di considerare i periodici attentati che i tre pargoli fanno al padre ne più ne meno che semplici marachelle. Eh, sì, le mamme, in ogni epoca, son sempre le mamme.

 

 

Rit Rut e Rot: i tre figli. Rit Rut e Rot, i tre figli del Barone Von Strip, invece di dedicarsi ai normali giochi dei ragazzi preferiscono esercitarsi con veleni, lancio di coltelli, frecce e simili amenità. Infatti i tre ragazzi occupano il loro tempo a fare attentati a papà per succedergli al potere senza attendere il corso naturale degli eventi. Non vi riusciranno mai perché il tirannico padre sa come difendersi dalla prole, ma riescono, comunque, a rendere la vita familiare piuttosto movimentata

 

 

 

Attila, il boia. Se c’è un personaggio felice di “essere quello che è “ questi è certamente Attila, il boia. Attila è un boia non solo attento e scrupoloso ma che svolge il suo lavoro con grande contentezza: ha realizzato il sogno utopico del “ avoro divertente”. La sua giornata non è rappresentata da noiosi lavori d’ufficio come succede alla maggior parte della gente, ma è scandita dal rumore delle teste che fa rotolare. Non si cura, poi, di sapere se fa rotolare teste di uomini giusti o di rei perché lui non è un giudice, lui èun boia e gli interessa solo che… rotolino bene.

 

 

Sigfrido, il giullare. Il giullare, nonostante la sua professione lo dovesse indurre alla più sfrenata allegria è, in realtà, il personaggio più triste del feudo. E’ anche il più problematico perché si interroga, spesso, su sottili questioni metafisiche ed ha stranamente scelto come suo amico e interlocutore privilegiato Attila il boia che, “dal basso” della sua saggezza popolana, gli offre risposte ai suoi amletici interrogativi. Quando, ad esempio, il giullare, in preda a grande ambascia gli chiede: “se ci può essere qualcuno più disgraziato di un uomo con una gobba, il boia risponde serafico: “ Un uomo con due gobbe…

 

 

Frate Abelardo. Come tutti i signori feudali dell’epoca, anche il Barone Von Strip ha un suo confessore di famiglia che, però, si mostra assai condiscendente nei confronti del Barone e pieno di umana comprensione per i suoi numerosi peccati al punto di considerarli… benemerenze. Forse perché il Barone non ama le critiche, neppure in confessionale, e potrebbe appendere il buon frate per i pollici in qualche angusta cella del castello affinché mediti sulla sua lingua lunga…

 

 

Liborio, l’infido consigliere. Il Barone Von Strip ha un consigliere degno di siffatto padrone, nel senso che tanto Von Strip è tirannico ed autoritario, altrettanto Liborio è subdolo e del tutto inaffidabile. Liborio è anche l’amministratore delle casse del piccolo feudo. Mai siffatta carica è stata affidata a persona meno indicata: spesso, infatti , dalle tasse che Liborio riscuote in nome di Von Strip mancano diverse somme che finiscono , dice lui inspiegabilmente, nelle sue tasche … Anche se il barone sa sempre come recuperarle con il prezioso aiuto di catene, giri di corde , sospensione per i pollici ecc.

 

 

Pancrazio, il Capo della Polizia. Pancrazio è il capo della polizia ed ha il compito di amministrare la giustizia all’interno del feudo. Si tratta, però, di una forma di giustizia che non riguarda l’interesse della collettività, ma quella esclusiva del Barone. Anche il capo della polizia, come tutti i sudditi del Barone Von Strip si adegua alla situazione perché sa che ne va… della sua testa.

 

 

Bruto, il contestatore. Nel panorama grigio ed uniforme del feudo del Barone Von Strip, con sudditi ormai docili e rassegnati, c’è un personaggio che osa contestare il tirannico potere di Von Strip: Bruto, il ribelle. Bruto non esita, ogniqualvolta se ne presenti l’occasione, ad osteggiare il barone anche se mal gliene incoglie perché Von Strip non appare certo tenero con chi vuole mettere in discussione il suo potere assoluto. Nonostante ciò, Bruto non demorde ma, con indomito coraggio, continua nel suo ruolo di “fiero oppositore”.

 

 

 

Romano Garofalo

 

© Copyright 2022 Italian Comics. Tutti i diritti sono riservati. 

 

 

 

 

 

 

 

 

I vostri commenti...

Non ci sono ancora commenti per questo articolo...

Lascia un commento





Trascina per confermare!